Il nuovo presidente è Piero Mastroberardino, ma Antinori conserva la carica di presidente onorario.
Pubblicità

Storico passaggio del testimone ai vertici dell’Istituto del vino italiano di qualità Grandi Marchi, l’associazione delle 19 firme icona del vino italiano, guidata fin dalla sua costituzione (2004) da Piero Antinori. Il nuovo presidente è Piero Mastroberardino, classe 1966, produttore dell’omonima cantina campana e docente all’Università di Foggia.
L’Istituto” è il commento del neoeletto“rappresenta una case history di eccellenza: 19 top brand concorrenti tra loro, eppure capaci di sviluppare una straordinaria sinergia di storie familiari di successo. L’intento è di continuare ad operare con programmi specifici e con l’utilizzo di risorse interne, oltre che europee, per promuovere il vino italiano nel mondo”. Antinori resterà comunque in carica come presidente onorario: “L’istituto Grandi Marchi” ha detto “è stata tra le prime associazioni a dimostrare che nel settore del vino italiano è possibile fare squadra per agire congiuntamente sui mercati internazionali. In questi 11 anni abbiamo lavorato nel segno dell’unità virtuosa a beneficio di tutto il sistema vino, ancora troppo frammentato nella sua promozione globale”.