Eataly New York raddoppia? La location più probabile è nel quarto edificio del World Trade Center

24 Apr 2014, 07:29 | a cura di Saverio De Luca
Per ora si tratta solo di un’indiscrezione ma le fonti del New York Post lo danno per quasi certo: la coppia Mario Batali e Joe Bastianich potrebbe avviare un altro store entro l’estate del 2015. Ma ci sono altri pretendenti per quello stesso spazio.
Pubblicità

Se è vero quel che rivela il New York Post, la coppia Mario Batali e Joe Bastianich (con Oscar Farinetti, ovvio) potrebbe aprire un secondo Eataly NY in uno dei luoghi simbolo della Grande Mela: il World Trade Center. E si tratterebbe di quello che in gergo viene definito colpo gobbo. L’area inquadrata sarebbe, infatti, una tra le più richieste anche da altri brand non da poco conto, ovvero l’edificio 4 WTC. Un luogo che, secondo quanto riferito dal giornale statunitense, avrebbe un affitto di 500 dollari per piede quadrato e che non è ancora stato ultimato. Ovviamente non servono tagli di nastri o inaugurazioni per accaparrarsi un centralissimo locale in un luogo simbolo e infatti la corsa è già cominciata. A contendersi i pochi spazi a disposizione sono avversari temibili come Apple, Hugo Boss, Mont Blanc. Tra quelli che invece stanno chiudendo i contratti c’è Tiffany, The John Barrett Salon, Tom Ford e un altro forte marchio del made in Italy: Armani. Ma non è tutto. L’asso nella manica di Eataly potrebbe essere la guerra intestina tra Westfield e Brookfield Place. Le due società che si contendendo la locazione degli spazi, si stanno dando battaglia senza esclusione di colpi. Il costo degli affitti è solo la punta dell’iceberg. Entrambe hanno investito molto e ora vogliono essere sicure di avere il proprio guadagno. Per far questo devono assicurarsi di assegnare gli spazi a disposizione ad attività commerciali solide. Eataly NY è senza dubbio una di queste e per ora costituisce l’asso nella manica di Westfield. Dal canto suo e sempre puntando sul food store, Brookfield sta prendendo accordi con un altro gigante dell’alimentazione di alta qualità proveniente dal Vecchio Continente. Si tratta di Le District ovvero quella che a New York già chiamano “la risposta francese a Eataly”. Insomma, la battaglia è serrata e le armi in campo sembrano essere ben bilanciate. La partita sarà emozionante e non è escluso un risultato di pareggio. Concorrenza tra dirimpettai, in perfetto stile USA, è un’ipotesi non troppo distante dal probabile. Ma intanto da Eataly gettano acqua sul fuoco: “ancora nulla è deciso”.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X