Enologica: l’identità del Montefalco Sagrantino Docg si racconta

15 Set 2014, 12:57 | a cura di Livia Montagnoli
La rassegna umbra giunta alla trentacinquesima edizione è una delle più attese del panorama enologico dell’Italia Centrale, e celebra il carattere di un rosso apprezzato a livello internazionale e tutelato dal Consorzio Tutela Vini di Montefalco. Dal 19 al 21 settembre saranno molto le occasioni per degustare il sagrantino delle ventisette cantine partecipanti, tra workshop guidati, tour enogastronomici e dibattiti.
Pubblicità

Tra i vanti enogastronomici dell’Umbria, che tanto sa offrire in termini di tradizione culinaria e prodotti d’eccellenza espressione di un territorio ricco di risorse, spicca sicuramente il Montefalco Sagrantino Docg, un vino che del suo legame con la terra e con la storia vitivinicola delle genti del luogo ha fatto la sua peculiarità, raggiungendo esiti qualitativi riconosciuti a livello internazionale.
Dal 19 al 21 settembre il Consorzio Tutela Vini di Montefalco, in collaborazione con il Comune della provincia perugina, organizza Enologica, la rassegna giunta alla trentacinquesima edizione che si rivolge agli operatori di settore, ma anche al grande pubblico, per promuovere le caratteristiche uniche di un rosso italiano di grande carattere.
Non a caso il tema dell’edizione 2014 si concentrerà sulla valorizzazione di una tradizione che ha condizionato la storia e il percorso sociale, culturale ed economico della gente di Montefalco, modulando parallelamente un paesaggio rurale oggi ben noto al turismo enologico. Protagoniste le “Storie di Vite”, il racconto di un’esistenza dedita alla produzione del vino, alla cura dei vigneti e all’elaborazione di tecniche di cantina che esaltino le proprietà organolettiche del vitigno. Così, se da un lato si privilegerà la dimensione culturale e antropologica, dall’altro sarà grande l’attenzione per la sostenibilità, nel rispetto di un paesaggio da preservare; in riferimento alle problematiche ambientali due saranno i convegni organizzati nel corso della rassegna, incentrati sul ruolo dell’innovazione nello sviluppo di un reddito d’impresa e sulle opportunità per i territori enologici italiani in vista dell’Expo 2015: quale la comunicazione più efficace per promuoverli?
L‘apertura del Banco di assaggio dei vini di Montefalco si protrarrà durante le tra giornate della manifestazione, proponendo la degustazione delle etichette delle ventisette cantine aderenti al Consorzio; molte le occasioni per scoprire le terre del Sagrantino, grazie a tour enogastronomici e percorsi culturali e artistici sul territorio e tra i borghi dell’area umbra interessata, ma anche dibattiti, incontri con gli esperti, workshop, cooking show (attesa Iside de Cesare, apprezzata chef de La Parolina, nell'alto viterbese) e degustazioni guidate da importanti firme della critica enologica, da Antonio Boco a Jacopo Cossater a Fabio Pracchia. Per concludere in bellezza con la Festa della Vendemmia e i carri allegorici che sfileranno per le vie del paese.

Enologica35 | Montefalco (PG) | Dal 19 al 21 settembre | www.enologicamontefalco.it

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X