La compagnia aerea di bandiera di Abu Dhabi che ha recentemente acquistato il 49% delle azioni di Alitalia lancia un bando per reclutare personale di volo altamente qualificato nel mondo, con particolare attenzione per il settore della ristorazione. Otto le città italiane in cui tra il 2 e il 15 ottobre si svolgeranno i colloqui, previo invio del curriculum via web. Garantita retribuzione competitiva e un corso formativo per istruire i futuri cuochi di bordo della first class.
Pubblicità

La trattativa che ha tenuto banco per tutta l’estate – quella tra la compagnia di bandiera Alitalia e Etihad (compagnia area degli Emirati Arabi) – concludendosi con una fusione (e l’acquisto del 49% delle azioni di Alitalia) che sembrava essere inevitabile, è lungi dall’essersi risolta, se è vero che 1800 dipendenti sono ancora in attesa di conoscere il parere definitivo dell’Authority UE sugli esuberi cui si dovrebbe far fronte. Ma nel frattempo la società degli Emirati spiazza tutti, lanciandosi sul mercato del lavoro con una campagna di reclutamento risorse per “assumere personale di volo a livello globale”, come recita lo slogan dell’iniziativa.
E la compagnia guidata dal ceo James Hogan non sembra voler perdere tempo: sette le date già fissate, tra il 2 e il 15 ottobre, che porteranno tra Napoli, Bari, Catania, Roma, Milano, Firenze, Bologna e Venezia i selezionatori in cerca di giovani desiderosi di lavorare ad alta quota; parallelamente la campagna acquisti selezionerà personale di volo direttamente ad Abu Dhabi (ma anche in Germania, Giappone, Marocco e Tunisia).
Il reclutamento sembrerebbe indirizzato ad assumere soprattutto figure esperte nel settore della ristorazione, manager e inflight chef, i cuochi adibiti al servizio gastronomico della first class, spostando decisamente l’asse di interesse dei servizi in volo sulla qualità del comparto alimentare. E allora perché non reindirizzare parte del personale in esubero sul settore in questione? Stando al bando di Etihad, promotrice dell’iniziativa indipendentemente dalla volontà di Alitalia, la ricerca mira a selezionare personale di consolidata esperienza e professionalità nel settore del food&beverage, che in Alitalia è stato finora appaltato all’esterno.
Contiamo di attrarre e assumere candidati di grande talento e dotati di entusiasmo e una forte passione e predisposizione a fornire un eccellente servizio di ospitalità”, ha dichiarato Aubrey Tiedt, vicepresidente di Etihad. La compagnia degli Emirati promette anche una retribuzione esentasse, altamente competitiva e con numerosi benefit; per partecipare è sufficiente iscriversi sul sito della compagnia di Abu Dhabi, dove avverrà la prima selezione sulla base del curriculum. Gli idonei saranno invitati al recruitment day. Sarà boom di adesioni? Bisognerà attendere la metà di ottobre per conoscere l’esito della campagna.

Qui il link per inviare il proprio curriculum www.etihad.com/it-it/careers/