Le premesse fatte da ExpoNet, il magazine ufficiale di Expo Milano 2015, sono molte: “O perché in edizione limitata, o con ingredienti tipici di un Paese, o perché li puoi trovare solo a Expo Milano 2015”  fatto sta che questi gelati sono imperdibili. Attenzione però, alcuni sono in edizione limitata. 

Pubblicità

Il gelato al dattero (2,80 euro)
Non solo dattero per il Padiglione del Bahrain, ma anche altri gusti come arachidi, rosa, zafferano, mango. E un più classico sorbetto al cioccolato. Invece per la festa organizzata in occasione di Ferragosto dedicata ai gelati, i fortunati hanno potuto assaggiare il fico nero, creato da Massimo Conti, specialista dei gelati e del sorbetto, consulente e docente presso l‘ICIF, Italian Culinary Istitute for Foreigners di Costigliole d’Asti.

Il gelato al baobab (6 euro)
Da millenni il maestoso albero tropicale è, per i popoli africani, cibo, medicina e luogo sacro, tanto che solo i saggi possono arrampicarsi tra i suoi rami. Infatti le sue foglie, il frutto, la corteccia e le radici si impiegano sia a scopo alimentare che nella medicina tradizionale. A Expo, nel Padiglione Angola, per fare il gelato viene usata la polpa del frutto del baobab, la quale, estratta dal guscio e naturalmente disidratata, è fonte di principi nutrizionali essenziali. Il risultato? Una purea il cui sapore si avvicina molto a quello della pera.

Il gelato al riso con salsa di zafferano (4 euro)
Nel chiosco gestito da Davide Oldani, Ambassador di Expo Milano 2015, potete provare gli assaggi salati (Bretzel salame, burro, limone e cuor di carciofi; Pane al mais, pancetta piccante, pomodoro essicato e uvetta; Pan di riso capocollo di suino nero, Grana Padano DOP, fave di caco e salsa di noci) ma anche dei veri e propri piatti dedicati a Expo, come zafferano e riso alla milanese o panettone, zafferano e riso D’O alla milanese. Un vero e proprio tributo a Milano e ai suoi prodotti simbolo: panettone, riso e zafferano. Ovviamente ci sono anche i gelati: Riso, zafferano e fave di cacao; Panettone, briciole di panettone e sale; Cioccolato e cioccolato croccante.

Pubblicità

Il gelato alla Nutella (3 euro)
Vi diciamo semplicemente dove trovarlo: nel Nutella Concept Bar al primo piano del Padiglione di Eataly. Insomma, gelato con la originale crema spalmabile della Ferrero.

Il gelato al gusto Foody (3 euro)
È il gusto che la Gelateria Rigoletto ha dedicato alla mascotte ufficiale di Expo. Il personaggio, che ha destato non poche polemiche, è composto da diversi frutti della terra e così anche il gelato che lo rappresenta: una crema a base di latte con frutta tropicale, in particolare mango, papaya, maracuja, e scorze di lime caramellato. Tra gli altri gusti si possono assaggiare il pistacchio di Bronte DOP (sarebbe, in tal senso, interessante avere dei dati sulla produzione dei pistacchi di Bronte), il cioccolato di Modica, la menta di Pancalieri, l’amaretto di Saronno, il marsala Florio. Consiglio del magazine: per gli amanti del genere, ci si può “condire” la coppetta con l’olio extravergine di oliva al mandarino, proposto da Coppini, che si trova lì accanto.

My Magnum (5 euro)
Consiste in un Magnum personalizzato: si sceglie l’interno, tra cuore di vaniglia e cioccolato sullo stecco, e la copertura, tra cioccolato bianco, al latte o fondente. Come decorazione si può optare tra mandorla caramellata, cubetti di cocco, biscottini alla cannella, riccioli al caffè, granella di lampone, petali di rosa, granella di pistacchi, biscottini di nocciola.

Gelato al Grana Padano (3 euro)
All’interno del Padiglione di Love IT- Copagri Expo lo spazio è concepito come un vero e proprio mercatino rionale dove poter trovare tutti i prodotti della rete Copagri (Confederazione dei Produttori Agricoli). Tra questi ci sono anche i gelati fatti con latte a filiera corta. La proposta è amplia, si va dai gusti classici a quelli più inusuali, tra questi c’è il gusto Grana Padano, dal sapore un po’ spiazzante ma ottimo da accompagnare, per esempio, al gelato alla mora.

Pubblicità

Gelato alla vaniglia israeliana (2,80 euro)
Nello spazio Israeli Pic Nic del Padiglione Israele si possono assaggiare gusti classici, come pistacchio, limone, fragola, cannella, ma anche dei gusti più particolari a rotazione. Qualche esempio? Vaniglia israeliana variegata al Silan (miele di dattero) e granella di nocciola o Yogurt israeliano con acqua di rosa variegato con marmellata di albicocca e granella di pistacchi.

Gelato al cremino (2,50 euro)
Dove? Nello Spazio Pernigotti. Di che si tratta? Semplice: di un gelato al gusto cremino!

Granita di melone bianco (3 euro)
Nel Cluster Bio-Mediterraneo, in occasione della festa del gelato tenutasi a Ferragosto, la Sicilia ha offerto granite accompagnate da una brioche fatta con farina bio e olio d’oliva, senza strutto o burro. Quella più interessante, sempre secondo ExpoNet, è stata quella al melone bianco.

foto di apertura: Andrea Mariani © Expo 2015

fonti: magazine.expo2015.org e www.inexpo.it