Expo multiculturale. Nella settimana della Repubblica ancora cucine dal mondo in città. E c'è anche Joan Roca

3 Giu 2015, 10:44 | a cura di Livia Montagnoli
Cibo, musica e danze tradizionali che raccontano l'identità dei Paesi ospiti di Expo. Si comincia con le ricette kenyane e i formaggi francesi; intanto Barcellona propone la settimana della cultura catalana con un ospite d'eccezione: Joan Roca. Dal 6 giugno Pane e Musiche nei ristoranti etnici milanesi.
Pubblicità

La festa della Repubblica ad Expo. E le prime considerazioni

Il bilancio del primo mese di Expo non delude le aspettative; sono passati poco più di trenta giorni dall'inaugurazione di rito e l'affluenza ai cancelli ha fatto segnare un dato più che incoraggiante – 2 milioni e 700mila ingressi - in vista dei prossimi mesi, in cui si giocherà la partita decisiva per cercare di tenere alta l'attenzione dopo i primi comprensibili entusiasmi.
Intanto i festeggiamenti per il 2 giugno, festa nazionale della Repubblica, hanno aperto una settimana che sarà dedicata all'Italia al grido di “Orgoglio Italia”, il motto scelto per la speciale spilletta che ogni visitatore ha ricevuto all'ingresso in occasione della ricorrenza, chiusa in bellezza dallo spettacolo di suoni, luci e acqua offerto dall'Albero della Vita. Ma archiviata la scenografica sfilata di ombrelli tricolore che ieri ha gremito e colorato la passeggiata del Decumano (ora arricchita dalle sculture dello scenografo Dante Ferretti in omaggio all'Arcimboldo), comincia anche un'altra settimana di appuntamenti con le culture gastronomiche internazionali che si ritrovano a Milano, tra incontri nei padiglioni ed eventi in città.

I formaggi della Rhone Alpes e l'identità catalana con Joan Roca

Fino al 5 giugno è la regione d'Oltralpe di Rhone-Alpes, con il sostegno del Padiglione della Francia, ad organizzare i laboratori creativi dedicati al futuro dell'agricoltura: come valorizzare l'agricoltura di montagna? Come sfruttare al meglio le risorse idriche e interpretare i mutamenti climatici? Appuntamento al Palazzo delle Stelline (Sala Solari) dalle 17 alle 19.30 con ingresso libero; interverranno ricercatori universitari, produttori e operatori del settore, e tutti potranno apportare il proprio contributo. Al termine delle lezioni sarà offerta una degustazione con vini e formaggi della regione francese.
Ci spostiamo in Palazzo Giureconsulti per trovare l'ospitalità mediterranea della Catalogna: cultura e tradizione culinaria di Barcellona arrivano in piazza dei Mercanti per Made in Catalogna con un calendario ricco di eventi che fino al 13 giugno vedrà alternarsi alcune delle principali glorie della regione autonoma, dai Castellers (le torri umane patrimonio dell'Unesco, il 13 giugno in piazza Duomo) all'Escolonia di Montserrat (la scuola di canto corale più antica d'Europa).
Per la cucina d'autore arriverà in città un rappresentante d'eccezione, fresco vincitore della 50 Best Restaurants: Joan Roca è atteso a Palazzo Marino il 9 giugno (dalle 18.30 alle 19.30) per presentare l'avanguardia della Costa Brava. L'ingresso è libero, ma su prenotazione (fino a esaurimento posti).

Ricette kenyote in biblioteca, cucina nipponica al Museo del Fumetto

Già questo pomeriggio (il 3 giugno alle 16.45) l'appuntamento è presso la Biblioteca Villapizzone per scoprire le ricette tradizionali del Kenya con la lettura scenica del libro Il pane di banane e l'accompagnamento di canzoni e danze tradizionali di un gruppo familiare kenyota. Mentre si torna nella Vecchia Europa presso lo Swiss Corner di via Palestro, che fino al 9 giugno – al motto di Spirito di Basilea – offrirà la possibilità di gustare un tipico menu del Cantone tedesco (solo a pranzo, dalle 12).
Il fine settimana – il 6 e 7 giugno – sarà la volta della cultura nipponica, che si incontra per la quarta edizione del Japan SunDays Festival, quest'anno dedicato anche alla cucina giapponese oltre che alla diverse espressioni artistiche del Sol Levante (tra calligrafia, ikebana, pittura tradizionale, manga, arti marziali) con lezioni e laboratori aperti al pubblico ospitati dal WOW Museo del Fumetto.

Pubblicità

Pane e Musiche dal mondo

Inaugura il 6 giugno – e si protrarrà fino al 21 del mese – l'iniziativa diffusa Pane e Musiche, omaggio del Comune di Milano (con l'Associazione Città Mondo) alle culture culinarie e alle tradizioni musicali delle comunità internazionali milanesi: molti ristoranti etnici proporranno menu a tema ed eventi musicali che i partecipanti potranno facilmente individuare sulla mappa del circuito, sperimentando oltre trenta piatti differenti (dal Tav Kosi greco alle Arepas sudamericane, dal Chicken Biryiani indiano alla Tajine marocchina, alla Ndole africana) e performance artistiche sempre diverse.

I laboratori pomeridiani di Rhone-Alpes | Sala Solari, Palazzo delle Stelline, corso Magenta 61, Milano | fino al 5 giugno, dalle 17 alle 19.30 | ingresso libero su iscrizione a [email protected]
Made in Catalogna | Palazzo Giureconsulti, piazza dei Mercanti 2, Milano/ piazza Duomo / Palazzo Marino | fino al 13 giugno, ingresso libero | Per assistere all'incontro con Joan Roca prenotazioni a [email protected]
Il pane di banane | Biblioteca Villapizzone, via Rosina Ferrario Grugnola 3, Milano | il 3 giugno alle 16.45 | ingresso libero
Spirito di Basilea | Swiss Corner, via Palestro 2, Milano | fino al 9 giugno alle 12 | www.swisscornermilano.it/news/2015/04/22/canton-basilea-swiss-corner/
Japan SunDays Festival | WOW Museo del Fumetto, viale Campania 12, Milano | il 6 e 7 giugno, dalle 12 alle 20 | ingresso libero, laboratori su prenotazione | http://japansundays.wix.com/japansundays
Pane e Musiche | Nei ristoranti etnici che aderiscono al circuito, Milano | dal 6 al 21 giugno, ogni sera | www.paneemusiche.it/

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X