[caption id="attachment_131744" align="alignnone" width=""]Expo Riva Hotel 2016[/caption]

Quattro giorni dedicati al mondo dell’Horeca per individuare le ultime tendenze in fatto di accoglienza turistica e ristorazione con tanti addetti ai lavori che vogliono puntare sulla qualità dell’ospitalità. Tanto spazio per l’enogastronomia, con lo street food, le birre artigianali, l’area mixology.

Pubblicità

Il salone dell’ospitalità

Quasi 25mila presenze solo nella scorsa edizione per una manifestazione fieristica dedicata agli addetti ai lavori, ma aperta anche al pubblico che vuole curiosare tra le ultime tendenze del settore dell’ospitalità. E con il 2017 sono 41 gli anni d’esperienza per l’Expo Riva Hotel, il salone nato nel 1979 a Riva del Garda, in quel territorio della provincia trentina che affaccia sul lago, che sulla qualità dell’offerta turistica ha saputo costruire la sua fama internazionale (i numeri parlano di un distretto turistico da 3 milioni di visitatori l’anno). Mentre a Rimini, proprio in questi giorni, il Sigep concentra l’attenzione su gelateria, pasticceria e panificazione artigianale, nella cittadina trentina la fiera annuale dell’ospitalità e della ristorazione professionale, patrocinata da Federalberghi e Federturismo Confindustria, è diventata un punto di riferimento per gli operatori del settore Horeca, e fa registrare un gran numero di adesioni tra le aziende del comparto che operano al Nord, ma pure nel resto della Penisola e all’estero.

Dei quattro focus tematiche sono due le aree merceologiche che riguardano più da vicino l’universo enogastronomico, indicatore importante per valutare la qualità dell’accoglienza in un Paese come l’Italia, che su food&beverage dev’essere pronta a scommettere sempre di più. In fiera si approfondisce il tema nella zona Food & Equipment e con gli espositori dell’area Coffee & Beverage, rispettivamente dedicate a prodotti alimentari e materie prime per la ristorazione professionale, prodotti per la gelateria e la pasticceria, attrezzature per cucine professionali l’una, caffè, tè, acque minerali, birre, vini, distillati, liquori e bevande analcoliche l’altra.

 

Pubblicità

Street food, birra artigianale e bere miscelato

Quest’anno la manifestazione si svolgerà dal 5 all’8 febbraio, articolata in sette padiglioni del quartiere fieristico di Riva del Garda, con l’auspicio di replicare i numeri della scorsa edizione, quando gli espositori intervenuti furono più di 500. Per riuscirci la 41esima edizione sfodera diverse novità che intercettano le tendenze del momento, come l’esordio della Riva Pianeta Mixology, un’area dedicata al bere miscelato, con prodotti e protagonisti del settore. Dietro il bancone del Rivabar i bartender in arrivo da tutta Italia si cimenteranno con momenti di intrattenimento e master pratici. La sezione Solobirra, invece, porta sotto i riflettori le birre artigianali, con un programma di corsi di formazione e concorsi tecnici giocati sull’ascesa del movimento brassicolo nazionale. Ma ci sarà anche un momento per lo street food, con la gara nazionale di professionisti associati FIC che proporranno le proprie variazioni sul tema (ma tra le competizioni c’è anche Riso in Rosa, con le cuoche della Federazione in gara con il riso). Nutrito il calendario di incontri della sezione Expo Riva Hotel Academy, che offrirà 44 seminari gratuiti che indagano le prospettive future del settore. Per tornare a riflettere sul valore dell’ospitalità, le sue ricadute economiche e occupazionali nel sistema Italia. E per sperimentare con mano degustazioni e dimostrazioni pratiche per tutti.

 

Expo Riva Hotel | Riva del Garda (TN) | dal 5 all’8 febbraio 2017 | www.exporivahotel.it