Dopo gli investimenti per la promozione della rivista in Cina, chiude improvvisamente il gruppo editoriale milanese Il Mio Castello, provocando la fine della testata Il Mio Vino. Ecco il comunicato rilasciato dal direttore Gaetano Manti.
Pubblicità

La crisi dell’editoria non accenna a attenuare i suoi morsi. Chiude il gruppo editoriale Il Mio Castello Spa, con sede a Milano, portandosi dietro anche la testata “Il Mio Vino”. Molto noto tra gli appassionati del mondo enologico, il mensile cessa definitivamente di esistere nonostante i diversi investimenti effettuati dall’editore milanese, come la promozione in Cina, che prevedeva tra le iniziative anche l’edizione in lingua cinese. Un progetto che è naufragato improvvisamente insieme al destino della rivista.
E’ con grande rammarico che devo comunicarvi la chiusura della rivista il Mio Vino” ha commentato il direttore della rivista Gaetano Manti “Il deteriorarsi del mercato italiano Horeca a cui la rivista si è rivolta per più di un decennio, unito a una ormai cronica e gravissima situazione di ritardo nei pagamenti, ci ha costretti a prendere questa dolorosissima decisione. Auguro a tutti gli operatori del settore ogni fortuna su i mercati di tutto il mondo e ringrazio di cuore le aziende che in tutti questi anni ci hanno sostenuto nei nostri sforzi di comunicazione”.
Alcuni degli addetti alla produzione de Il Mio Vino, rimasti senza lavoro, hanno creato la testata online WineRover.it sotto la guida del giornalista ed esperto di vini Flavio Grassi.