Il format è internazionale, pensiamo alle cocktail week di Singapore, Londra o Parigi. Ma il panorama fiorentino è unico, con i suoi bar storici, gli alberghi esclusivi e le insegne moderne. Che sono cresciute proprio grazie alla manifestazione. Torna in scena dal 1 al 7 maggio la Florence Cocktail Week. Ma prima un'anticipazione per il pubblico romano, da Yugo il 19 aprile.

Pubblicità

La seconda edizione della Florence Cocktail Week

Dal 1 al 7 maggio torna a Firenze la settimana tutta dedicata alla miscelazione, all’insegna di ricette classiche e contemporanee, distillati di qualità, atmosfere suggestive che animano ogni sera i banconi più celebri in città. Un ricco calendario di eventi, ideato e organizzato dalla “nostra” Paola Mencarelli e da Lorenzo Nigro, che toccherà bar storici, nuove insegne, hotel esclusivi. Dove si susseguiranno degustazioni, masterclass, seminari e incontri, affidati a esperti del settore italiani e star internazionali, come Hidetsugu Ueno del Bar High Five di Tokyo o Marian Beke del The Gibson di Londra, con l’obiettivo di creare consapevolezza, valorizzare la figura del bartender e far conoscere la materia. Si parlerà di drink del futuro, “graspology” (miscelazione con la grappa), cocktail a base di mezcal o tequila. E ancora di liquori dimenticati, caffè nella miscelazione o abbinamenti tra “cocktails e records”.“Florence Cocktail Week è nata diverso tempo fa, guardando le Cocktail Week di Londra e Parigi, come un’idea utile per il mercato italiano della miscelazione, un punto di incontro e scambio per professionisti e appassionati”, raccontano gli organizzatori, “per questo da un lato miriamo a coinvolgere il pubblico e a far crescere la cultura del mondo dei cocktail e dall’altro a migliorarne la reputazione. Sempre con occhio attento al consumo consapevole e al bere responsabile”.

Il contest tra bartender professionisti al Mercato Centrale

La sette giorni è anche un itinerario, che prenderà vita nel pomeriggio per protrarsi fino a sera inoltrata, nel cuore di Firenze toccando 16 cocktail bar, con altrettanti bartender, che hanno voglia di farsi riconoscere per la qualità e l’originalità della propria proposta attraverso una cocktail list studiata ad hoc per l’occasione, a un prezzo speciale. A siglare l’edizione 2017 il consueto contest finale, che si terrà sabato 6 maggio al Mercato Centrale, dove i 16 bartender partecipanti presenteranno il loro Signature Cocktail. A eleggere il vincitore di FCW 2017 una giuria d’eccezione, tra cui i bartender Alessandro Procoli e Mattia Pastori, e l’attore Neri Marcorè. Oltre al contest dedicato ai professionisti, verrà dedicato uno spazio ai giovani talenti selezionati nel panorama della miscelazione fiorentina. E per un’anticipazione d’autore l’appuntamento è a Roma, il 19 aprile, quando Julian Biondi, vincitore della Cocktail Week 2016, sarà ospite di Yugo per la Yugo Cocktail Night con un menu ideato per la serata.

Cocktail bar e bartender partecipanti

Atrium Bar del Four Seasons Hotel – Edoardo Sandri

Pubblicità

Bitter Bar – Cristian Guitti

Ditta Artigianale Oltrarno – Kareem Bennett

Locale – Andrea Fiore con Flip Flap

Gilli 1733 – Luca Picchi

Pubblicità

Gurdulù – Sabrina Galloni

Harry’s Bar – Thomas Martini

La Ménagère – Luca Manni

Le Pool Bar diVilla Cora – Paolo Ponzo

MAD Souls & Spirits – Neri Fantechi

O’ Cafè – Golden View Open Bar – Fabiano Buffolino

Rasputin – Daniele Cancellara

Tabarin – Roberto Prato

The Fusion Bar del Gallery Hotel Art – Michel Granpasso Orlando

Vicktoria Lounge Bar – Paolo Marini

Winter Garden Bar del The St. Regis – Christian Pampo

 

Florence Cocktail Week | Firenze | dal 1 al 7 maggio | www.florencecocktailweek.it

 

a cura di Annalisa Zordan