Gourmet Food Festival. Al Lingotto di Torino per imparare, fare, assaggiare con tanti chef e artigiani del gusto

15 Nov 2017, 16:00 | a cura di Livia Montagnoli

Tre giorni da non perdere, a Torino, per tutti gli appassionati che si avvicinano al mondo del cibo con curiosità, e voglia di imparare. Tanti assaggi, ma anche momenti di approfondimento con i professionisti del settore, per un weekend che celebra la festa del buon gusto. 

Pubblicità

I numeri di Gourmet Food Festival

Il weekend alle porte, per la città di Torino, porta con sé un esordio nel segno dell'engastronomia di qualità. Raccontata con parole semplici e competenti, proposta in assaggio con il supporto di impeccabili professionisti del settore, spiegata bene per condividere con un pubblico di tutte le età – e le passioni più varie – una grande festa del cibo. Con quella leggerezza che nulla toglie all'impegno profuso per offrire un programma di approfondimenti quanto più diversificato, accattivante, educativo e goloso possibile. Tre giorni di fiera, 51 appuntamenti, 15 momenti dedicati all'assaggio, una settantina di relatori tra chef, pasticceri, barman, panificatori, pizzaioli, nutrizionisti, artigiani (temi e protagonisti sulla sezione dedicata). È questo l'universo di Gourmet Food Festival che prenderà forma al Lingotto Fiere di Torino, dal 17 al 19 novembre. Un progetto promosso da GL Events Italia, con la complicità del Gambero Rosso, che alla manifestazione garantirà l'autorevolezza maturata sul campo in oltre 30 anni di attività, e all'interno del festival – dotato di un ricco parterre di espositori, piccoli artigiani e belle realtà dell'agroalimentare italiano – metterà il proprio know how al servizio degli appuntamenti dell'Agorà.

 

Cos'è Gourmet Food Festival. Come orientarsi

Una piazza per ritrovarsi nel girone dei golosi, vero fulcro della manifestazione, pensata proprio per coinvolgere amatori e appassionati in un contesto, come quello di Torino, particolarmente recettivo alle sollecitazioni dell'universo enogastronomico, con una lunga tradizione alle spalle e lo spirito giusto per ospitare le migliori realtà agroalimentari della Penisola, e tanti volti noti del settore. All'Agorà ci si orienta sulla scorta di 4 aree tematiche, quattro spicchi che si dividono il cuore del Padiglione 1 del Lingotto: L'Appetito vien mangiando. Dal mercato alla cucina; Qui si lievita. Pane, pizza e fantasia; La dolce vita. Dal croissant al caffè; Bevi bene, bevi meglio. Ogni tema sarà sviluppato su binari che corrono paralleli, tra lezioni di spesa consapevole – con i consigli per gli acquisti di chi in cucina ci lavora ogni giorno – laboratori di cucina per mettere le mani in pasta, degustazioni guidate, contest. Prospettive diverse di uno stesso approccio alle storie e ai prodotti dell'enogastronomia italiana, che scommette su tre momenti di condivisione: imparare, fare, assaggiare. Per superare la prova di cottura della pasta con i consigli diPeppe Guidae “cucinare” con Carlo Cracco, che al Lingotto apre le danze venerdì pomeriggio con i suoi consigli per gli acquisti per realizzare il risotto perfetto. Ammirare Gino Sorbilloall'opera con la pizza fritta (e poi assaggiarla!) e scoprire il pesce – conoscerlo e saperlo cucinare – con Gianfranco Pascucci e Beppe Gallina.

Pubblicità

 

Perché partecipare?

Ma le curiosità gastronomiche da approfondire sono potenzialmente sconfinate e tutte conducono a rintracciare l'origine di prodotti e tradizioni radicati nella cultura alimentare italiana: il pane come bene quotidiano e la storia di grani e farine, l'abbinamento tra formaggi e mieli e l'universo dell'olio extravergine d'oliva (mai visto un Olive Oil Bar?), i lievitati del mattino e il cioccolato, i dolci della tradizione regionale, il (i) caffè, il tè. Altrettanto variegata l'offerta per gli amanti del buon bere, tra degustazioni alla cieca di grandi vini italiani, focus su distillati e miscelazione e una Wine Cup per mettere alla prova le proprie conoscenze sul vino.

 

Il Gambero Rosso presenta...

Per chi vuole trascorrere un pomeriggio all'insegna del buon vino, domenica il festival ospita la presentazione della guida Berebene 2018del Gambero Rosso: i migliori assaggi italiani sotto i 13 euro a scaffale. Seguirà la grande degustazione aperta al pubblico. Tra le anteprime da non perdere, domenica 19 (dalle 16 alle 17) la presentazione del libro di Massimo D'Addezio, noto barman capitolino e volto di Gambero Rosso Channel, che con la complicità dello chef Marcello Trentini (Magorabin) anticipa qualche ricetta del suo primo lavoro editoriale (Spirits. Le ricette segrete di un barman semiserio, edito da Gambero Rosso). E poi c'è il nuovo (rinnovato) mensile del Gambero Rosso, da scoprire in fiera presso lo stand dedicato: per tutti i visitatori, una promozione speciale sull'abbonamento annuale (proposto a 25 euro) e una copia omaggio del numero di novembre. Un'occasione unica per trascorrere una giornata (o più) in compagnia dei protagonisti del settore, per imparare mangiando, divertirsi con le mani in pasta, tornare a casa con qualche nuova scoperta da mettere in dispensa. E tante buone idee da mettere in pratica. Insieme è più divertente.

Pubblicità

 

Puoi acquistare il biglietto online (intero giornaliero 10 euro, abbonamento per 2 o 3 giorni a 17 o 24 euro) o in fiera, al botteghino del Lingotto.

 

Gourmet Food Festival | Torino | Lingotto Fiere, Padiglione 1, via Nizza 294 | dal 17 al 19 novembre 2017 | Per tutte le informazioni visita il sito di Gourmet Food Festival, con il programma dettagliato e le info per prenotare gli eventi a pagamento (fino a esaurimento posti)

 

a cura di Livia Montagnoli

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X