Inaugura la stagione sciistica e l’iniziativa invernale Sciare con gusto il primo appuntamento con cinque grandi chef previsto per il 14 dicembre, quando cinque rifugi tra le piste dell’Alta Badia si trasformeranno in mete gourmet per gli amanti della buona tavola. Ogni chef proporrà un’interpretazione della cucina regionale d’origine, con ingredienti che raccontano la storia del territorio e dei produttori. E si continua fino al 12 aprile in quattordici rifugi del circuito.
Pubblicità

Se il freddo stenta a farsi sentire la stagione sciistica è ormai alle porte. E per il terzo anno le piste dell’Alta Badia, sulle vette altoatesine, sono protagoniste di un appuntamento con l’alta cucina che coinvolge cinque grandi chef per una giornata gourmet ad alta quota. Il 14 dicembre Gourmet Skisafari presenta i piatti dei cinque chef che cucineranno a 2000 metri d’altezza ospitati nelle cucine delle baite sul percorso che gli sciatori saranno invitati a scoprire. Oltre a gustare le creazioni ispirate alle antiche tradizioni della cucina italiana – ognuna nel rispetto della regione d’origine di chi cucina – la giornata garantirà l’occasione di conoscere personalmente gli chef. Quest’anno prenderanno parte all’iniziativa Norbert Niederkofler dal St. Hubertus di San Cassiano a fare gli onori di casa (ospite del Col Alto di Corvara), Matteo Metullio – che ha festeggiato recentemente il premio come Miglior Chef Emergente d’Italia di Witaly – (atteso al rifugio Piz Arlara di Corvara), Nicola Laera (ospite del Bamby di La Villa), Claudio Sadler presso i Tablà di San Cassiano e Giancarlo Morelli al Bioch di La Villa.
Alle prese con stinco d’agnello – scelto da Niederkofler come ricordo d’infanzia e carne tipica delle zone di montagna – una rivisitazione della Jota (zuppa di fagioli dal Friuli di Matteo Metullio), il manzo biologico di Otto Pitscheider per raccontare ancora una volta l’Alta Badia (dal punto di vista di Nicola Laera), il baccalà al prosecco con polenta in rappresentanza del Veneto di Claudio Sadler (milanese d’adozione), la farina di grano saraceno, il bitto e le patate biologiche della Lombardia, dove Giancarlo Morelli guida la cucina del Pomireau di Seregno . La giornata di domenica – cui si potrà partecipare acquistando un ticket presso uno dei rifugi coinvolti al costo di 45 euro a persona – darà il via alla stagione “Sciare con gusto” che per tutto il periodo invernale (fino al 12 aprile) valorizzerà i prodotti locali e i vini altoatesini attraverso le creazioni degli chef coinvolti, disponibili in quattordici rifugi del circuito, ognuno associato a un piatto. Alle pietanze il compito di raccontare una storia, quella legata al territorio, ai produttori e alle vicende personale di ogni chef. L’abbinamento si articolerà in due direzioni: un vino scelto dallo chef e un calice di vino altoatesino a confronto.

Gourmet Skisafari | Alta Badia (BZ) | Il 14 dicembre, dalle 11 alle 15.30 | Costo 45 euro a persona (per provare i cinque piatti) | Per informazioni clicca qui