Il Frascati sprona la Regione Lazio: "Fuori tempo per Vinitaly, rischiamo il flop"

13 Feb 2014, 08:28 | a cura di Gianluca Atzeni
Attriti tra il Consorzio del Frascati e le istituzioni regionali su tempi e organizzazione in vista della grande kermesse dedicata al vino italiano potrebbero portare quello laziale ad essere 'ospitato' dal Soave.
Pubblicità

Presidente Nicola Zingaretti, caro assessore Ricci, purtroppo cambiano i direttori d'orchestra, ma la musica è la stessa”. Inizia così l'infuocata lettera con la quale il presidente del Consorzio del Frascati, Mauro De Angelis, ha bacchettato la Regione Lazio per i ritardi sul Vinitaly: "Anche per quest'anno siamo fuori tempo massimo". Il risultato è che uno dei più noti vini laziali potrebbe migrare in altri padiglioni: "Abbiamo chiesto ospitalità al Soave", dice De Angelis. Le proteste hanno fatto sì che sul sito Arsial sia stata pubblicata la domanda di adesione (scadenza il 17 febbraio). E in una lettera successiva, l'assessore all'Agricoltura Ricci ha invitato De Angelis a un incontro proprio sul padiglione Lazio. "Valuteremo la proposta anche sulla base dei costi e del tipo di padiglione che sarà allestito" sottolinea De Angelis, che aggiunge: "Temo che questi ritardi provochino un'ulteriore diminuzione rispetto agli anni scorsi delle cantine aderenti".

a cura di Gianluca Atzeni

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X