Il 16 giugno torna in oltre 30 Paesi del mondo l’appuntamento con la cultura gastronomica spagnola, incentrata sul rito delle tapas. Condivisione, creatività e buona tavola al centro degli appuntamenti di Roma e Milano. Ecco chi partecipa. 

Pubblicità

Il rito delle tapas

Il termine deriva da tapear – girovagare tra un locale e l’altro spiluccando stuzzichini qua e là in compagnia degli amici, un vero rito sociale duro a morire –  e si è imposto nel vocabolario di tutto il mondo, dove le tapas non identificano più solo una tradizione spagnola, ma una consuetudine alimentare che ben si presta all’informalità e alla convivialità di un aperitivo tra amici o di una cena da condividere tra sfizi e assaggi golosi che spesso vanno molto d’accordo con la cucina d’autore. Dopo il successo dell’anno scorso (ma siamo già alla quinta edizione), anche nel 2016 la Giornata Mondiale della Tapa coinvolge molti ristoranti nel mondo – sono oltre 30 i Paesi coinvolti – per celebrare questa cucina in miniatura con una serie di eventi, degustazioni, show cooking e cene tematiche ispirate proprio alla voglia di ritrovarsi intorno a un tavolo per farsi sorprendere dal cibo. Da Londra a San Paolo del Brasile, da Dublino a Parigi, a Oslo o Monaco, molti hanno scelto di prendere parte alla festa che si terrà il prossimo 16 giugno. Italia compresa.

Tapas day. A Roma e Milano

In tavola, chiaramente, arriveranno molte specialità spagnole, tortilla e jamon iberico, patatas bravas e pan tumaca, ma ognuno avrà la possibilità di interpretare il genere contribuendo con originalità alla causa. E certo le insegne spagnole, nel panorama della ristorazione italiana, non mancano. A loro il compito di coinvolgere gli ospiti in un viaggio attraverso i sapori della Spagna con il coordinamento dell’Ambasciata spagnola. A Roma, per esempio, partecipano all’iniziativa realtà prestigiose come il nuovissimo ristorante dell’NH Collection  Palazzo  500 della stazione Termini o l’hotel Gran Melia Villa Agrippina, ma anche insegne più informali che da anni  tracciano le coordinate dell’autentica gastronomia iberica in città, da Toros y Tapas a El Duende. Ma la festa delle tapas sarà anche traino di un insolito gemellaggio Italia-Spagna in diversi locali della Capitale, per una sera alle prese con menu che omaggia la cultura spagnola. Tra questi, di diritto, Marzapane e la cucina di Alba Esteve Ruiz, ma anche Stazione di Posta, Per Me e Metamorfosi. Tapas protagoniste pure da Settembrini, Gazometro 38, Porto Fluviale, Primo al Pigneto e molti altri.

Stessa musica a Milano, dove le celebrazioni per la giornata si legano principalmente alla partecipazione delle grandi catene alberghiere spagnole – NH e Melia – che possiedono molte strutture in città. Ma hanno aderito anche diverse insegne di ispirazione iberica, dalla Pulperia ad Albufera, alla Casa Iberica e realtà celebri del panorama gastronomico locale, come il Mudec Bistrot o Eataly Smeraldo.

Pubblicità

 

Tapas Day 2016 | Roma e Milano | il 16 giugno | Tutti gli indirizzi dei ristoranti partecipanti sono consultabili su

www.spain.info/it/giornatamondialedelletapasmilano

http://www.spain.info/it/tapasdayroma2016

Pubblicità