La pizzeria dei Fratelli Salvo arriva a Roma da Romeo all'Emporio

5 Mag 2016, 08:00 | a cura di Livia Montagnoli

È il primo esperimento fuori casa per i grandi pizzaioli di San Giorgio a Cremano, ospiti, con molta probabilità, dell'ambizioso spazio che Cristina Bowerman e Fabio Spada stanno realizzando ai piedi dell'Aventino, radunando una squadra d'eccellenza che ogni giorno acquisisce fisionomia più definita. 

Pubblicità

Romeo all'Emporio. Come sarà

Duemila metri quadri di ambiziosissimo progetto di ristorazione conficcati nel cuore e nelle viscere di uno dei Sette Colli di Roma. Del grande progetto di Romeo all'Emporio (la firma gastronomica pret è porter di chef Cristina Bowerman, mentre l'atelier di alta cucina rimane Glass Hostaria) abbiamo già anticipato qualcosa nei mesi passati, ma via via che si avvicina il momento dell'inaugurazione di questa importante sfida che porterà il brand Romeo dal rione di Prati a quello dell'Aventino, già trapela - seppur a livello di indiscrezione e di rumor - qualcosa sui contenuti che riempiranno i tanti spazi a disposizione.

Si favoleggia di una grande attenzione ai cocktail, di un servizio che avrà una particolare cura per le famiglie con bambini, di un progetto specifico su corsi e formazione. E poi ci sono le faccende più strettamente gastronomiche perché Romeo all'Emporio sarà gastronomia, sarà ristorante, sarà gelateria e sarà pizza. Già, la pizza. A quanto pare qui si concretizzerà forse una delle principali novità dell'iniziativa che il ristoratore Fabio Spada, insieme a Giuseppe Di Martino e Antonio Scuteri, sta mettendo in piedi. Sembra infatti confermata e in via di ufficializzazione la collaborazione con i fratelli Salvo e con la loro celebre pizzeria di San Giorgio a Cremano in provincia di Napoli. 

La pizza napoletana dei fratelli Salvo... A Roma

Francesco e Salvatore, Tre Spicchi sulla guida Pizzerie del Gambero Rosso, a quanto pare hanno scelto Roma per la prima uscita dall'unica sede dell'hinterland partenopeo. Si dovrebbe trattare di una consulenza "pesante", con una firma significativa dei famosi pizzaioli fin dal menu: i Salvo saranno presenti a Roma in maniera serrata nei mesi di start up, per poi diradare a una visita a settimana. Sarà insomma la prima vera uscita dalle mura domestiche del loro progetto. Un esperimento pilota che potrà servire anche da test per ulteriori aperture in Italia e nel mondo che comunque sono in prospettiva. Un test ben coperto e garantito dall'appoggio che i Salvo troveranno nello staff di Romeo all'Emporio: un esperimento, sì, ma non un salto nel buio. La collaborazione comunque sarà stretta perché se impasti, farine e lievitazioni saranno completo appannaggio dei fratelli, tutto il resto (topping e condimenti) saranno realizzati ai fornelli di Romeo e dunque le ricette dei Salvo entreranno a far parte della linea di cucina del grande locale all'Aventino. 

Pubblicità

Le pizze napoletane saranno poi servite ai 150 coperti della grande pizzeria, che però manterrà anche una linea di pizza romana, che seguirà tuttavia tutta un'altra organizzazione, un'altra consulenza e sarà firmata da un altro professionista dell'arte bianca. 

Pizzeria e fine dining insieme

Inutile dire che, dopo una prima fase di rodaggio, quello che ci si aspetta dalla nuova pizzeria di Romeo griffata dai Fratelli Salvo, è una collaborazione stretta proprio con la chef Cristina Bowerman. Con questo progetto infatti la cuoca pugliese-texana sarà praticamente l'unica chef europea assieme all'italo-danese Christian Puglisi a poter dire di gestire un ristorante di fine dining e una pizzeria allo stesso tempo, e sotto lo stesso cappello aziendale.

 

a cura di Massimiliano Tonelli

Pubblicità

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X