Miscele, teiere e tazze della Via del Tè ben in mostra in vetrina per raccontare oltre 50 anni di storia del brand ideato dal fiorentino Alfredo Carrai. E non parliamo della boutique in piazza Ghiberti, a Firenze, dove tutto è cominciato, ma delle ambite vetrine londinesi di Harrod’s, dove il tè è affare serio.
Pubblicità

50 ANNI DI CULTURA DEL TÈ A FIRENZE

Non solo finocchiona e pregiati vini del Chianti. L’eccellenza che non ti aspetti, a Firenze, porta il nome di Alfredo Carraie affonda le radici all’inizio degli anni Sessanta. Più di preciso, era il 1961 quando dopo anni di viaggi esplorativi in giro per il mondo dedito alla cultura (e coltura) del tè, l’imprenditore fiorentino segnava l’ascesa di un brand che nei decenni a seguire avrebbe apportato un grande contributo alla diffusione della cultura di cui sopra in Italia, tanto da proporsi come punto di riferimento non solo sul mercato di settore nazionale, ma anche all’estero.
Oggi La Via del Tè, unica azienda in Italia a produrre mèlange, ha raggiunto una significativa quota di fatturato con l’export indirizzato verso Russia, Singapore, Hong Kong, Olanda e Inghilterra.

IL TÈ ITALIANO IN VETRINA. A LONDRA!

Pubblicità

E proprio da Londra arriva l’ennesima soddisfazione, con la conquista delle vetrine di Harrod’s che per un intero mese ospiteranno confezioni, teiere e tazze firmate La Via del Tè.
Un orgoglio non da poco, se si considera quanto la cultura del tè sia radicata tra gli inglesi e quale risalto riescano a garantire le vetrine dei più famosi grandi magazzini del mondo: “Vendere il tè agli inglesi, soprattutto se sei italiano non è facile, le componenti per risultare interessante ai loro occhi sono molte” conferma una soddisfatta Regina Carrai“Ma quando alla base del lavoro c’è l’alta qualità, legata alla creatività italiana, allora emergere diventa più facile”.
 

MISCELE SELEZIONATE E PACKAGING RICERCATO. LO STILE ITALIANO

E infatti negli anni l’azienda fiorentina ha continuato a sperimentare offrendo al mercato nuovi spunti dedicati tanto all’alta cucina e all’hotellerie di lusso, quanto ai singoli appassionati, alle boutique specializzate e ai caffè storici. Proponendo al contempo nuove miscele in grado di raccontare una storia, come la Linea Firenze – fondata sulla suggestione di miti, cibi, personaggi rinascimentali – o le miscele profumate Tea Travels per ricreare in tazza profumi e tradizioni di Paesi lontani. L’attenzione al packaging e la capacità di imprimere al brand uno stile tutto italiano sono riuscite a fare il resto, tanto da comportare negli ultimi cinque anni una significativa crescita delle esportazioni.
E ora il traguardo di Harrod’s aggiunge un altro tassello alla storia di un’azienda made in Italy che è riuscita a conquistare la sua “vetrina” in un settore notoriamente appannaggio inglese. Proprio nel tempio dello shopping londinese.

www.laviadelte.it

Pubblicità