La 'vite ad alberello' di Pantelleria verso l'iscrizione nell'Unesco. Martina: “E' il primo sì a una pratica agricola”

29 Ott 2014, 13:26 | a cura di Livia Montagnoli
Considerato esempio unico nel suo genere di coltivazione della vite, l’alberello di Pantelleria, che testimonia una pratica vitivinicola tramandatasi di generazione in generazione, prosegue il suo percorso verso il riconoscimento Unesco come patrimonio culturale immateriale mondiale. Ora resta da convincere il Comitato intergovernativo che si riunirà a Parigi alla fine di novembre.
Pubblicità

Primo si dell'Unesco all'iscrizione della vite ad alberello di Pantelleria nella lista del patrimonio culturale immateriale mondiale. L'organo indipendente di valutazione incaricato da Unesco ha espresso parere favorevole.
La sua valutazione sarà ora sottoposta al vaglio del Comitato intergovernativo della Convenzione Unesco sul patrimonio culturale immateriale, che si riunirà a Parigi dal 24 al 28 novembre prossimo. Il Comitato, a sua volta, potrà decidere di confermare, modificare o bocciare il parere. Secondo il giudizio espresso, la pratica agricola di Pantelleria rappresenta un “esempio unico nel suo genere di coltivazione della vite, tramandatasi di generazione in generazione nella comunità pantesca”. Soddisfatto il ministro per le Politiche agricole, Maurizio Martina: "Si tratta di un primo giudizio positivo che fa onore al nostro Paese. Mai prima d'ora l'Unesco si era espresso positivamente verso una pratica agricola, giudicandola degna di essere iscritta nella prestigiosa Lista del patrimonio mondiale immateriale. Aspettiamo quindi fiduciosi la fine del negoziato".

A cura di Gianluca Atzeni

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X