La nutrita squadra di chef, pizzaioli napoletani e giornalisti al seguito delle Strade della Mozzarella sarà ospite il 17 febbraio a Ginevra, il 23 a Londra. In viaggio mozzarella di bufala dop, pomodori campani, pasta di Gragnano, olio extravergine, vini e birre artigianali di qualità per valorizzare la cultura gastronomica italiana di fronte a un pubblico internazionale. Il 13 e 14 aprile appuntamento a Paestum. Tema 2015: un viaggio essenziale.
Pubblicità

PRIMA GINEVRA…

A Parigi, qualche mese fa, la squadra delle Strade della Mozzarella (ospite a Le Grand Tasting al Carrousel du Louvre) è stata accolta con tutti gli onori del caso. Ma il tour europeo della mozzarella di bufala campana – in buona compagnia della pasta di Gragnano, dei pomodori della Campania e della pizza napoletana – prosegue addentrandosi nel cuore dell’Europa continentale, accolto in Svizzera nelle sale del Four Seasons Hotel di Ginevra des Bergues, dove il 17 febbraio i prodotti dell’eccellenza campana (e italiana) saranno protagonisti di un evento esclusivo organizzato in collaborazione con l’Italian Trade Agency di Berna.
Attesi gli chef Saverio Sbaragli, Ilario Vinciguerra e Peppe Guida, mentre in serata il ristorante italiano Kytaly presenterà ai commensali la pizza di Franco Pepe, Gino Sorbillo e Giuseppe Giordano. Qualche giorno di recupero prima di trasferirsi a Londra, per la tappa conclusiva del tour.

… POI LONDRA

Pubblicità

La metropoli londinese attenderà chef e pizzaioli negli ambienti eleganti del Baglioni Hotel, avamposto dell’ospitalità italiana dirimpetto a Hyde Park. Qui il 23 febbraio interverranno gli chef Andrea Aprea e Michele Deleo, i pizzaioli Francesco e Salvatore Salvo – con un laboratorio sulla pizza – e un fuori programma con Simone Bonini (l’anima di Carapina) per una lezione sul gelato di bufala. Si chiude con il ragù di Giorgio Scarselli e la panzanella cilentana di Maria Rina.
Al seguito dell’iniziativa – lodevole tentativo di esportare la cultura gastronomica italiana e valorizzare i prodotti del territorio campano di fronte a un pubblico internazionale – anche alcuni noti giornalisti e critici del settore, da Luigi Cremona a Luciana Squadrilli. In abbinamento vini di qualità e birre artigianali, ma anche l’autentico olio extravergine d’oliva italiano, troppo spesso mortificato da scandali e contraffazioni.
Così la scena gastronomica londinese continua a parlare italiano, dopo gli ultimi mesi tricolore nel ristorante dei grandi magazzini Harrod’s, promotori della rassegna Stelle di Stelle che ha visto avvicendarsi Carlo Cracco, i fratelli Cerea, Gennaro Esposito, Italo Bassi, Enrico Crippa.
Poi Le Strade della Mozzarella faranno rotta su Paestum, per condurre quaranta chef da tutta Europa all’ottava edizione del congresso in programma per il 13 e 14 aprile. Protagonista indiscussa la mozzarella di bufala Campana Dop, interpretata nel suo “viaggio essenziale”.