Lo Matsòn: produttori locali e chef d'eccezione al mercato contadino di Courmayeur

3 Set 2016, 08:30 | a cura di Michela Becchi

Un mercato dedicato ai piccoli produttori locali, quelli del Monte Bianco, che da sempre lottano contro un clima ostile e pendenze ripide. Il 4 settembre a Courmayeur riapre Lo Matsòn, mercato contadino che valorizza l'agroalimentare valdostano.

Pubblicità

Lo Matsòn, mercato contadino ai piedi del Monte Bianco

Una merenda, ma ancora di più un'esperienza di condivisione legata al cibo: è questo il significato del termine franco-provenzale “matsòn”, che per i valdostani rappresenta un vero e proprio rituale. Da questa tradizione, nasce Lo Matsòn, mercato contadino di montagna tra i più importanti d'Italia, nel cuore di Courmayeur, promosso nell'ambito del progetto #courmayeurlovesfood, che punta a valorizzare i produttori locali. Come ogni anno, la prima domenica di settembre tanti piccoli e medi produttori valdostani si riuniscono al mercato per promuovere e valorizzare il meglio delle risorse agroalimentari regionali. Quest'anno sono ben 70 gli agricoltori presenti, pronti a confrontarsi con i consumatori per diffondere la cultura della cucina valdostana. Quello che Lo Matsòn si propone di di portare in piazza è tutto il buono di una terra che talvolta può risultare ostile. Fra clima freddo e pendenze ripide, il territorio della Valle d'Aosta non è semplice da domare, ma gli agricoltori più appassionati hanno raccolto la sfida e sono riusciti, anno dopo anno, a portare in tavola delle vere eccellenze.

L'evento

Prodotti della terra come erbe spontanee, bacche, gemme ma anche ingredienti trasformati come formaggi d'alpeggio, salumi, miele: le ricchezze locali sono tante e varie, e saranno tutte protagoniste al mercato di domenica 4 settembre. Ogni prodotto è un pezzo unico, frutto di un anno di fatica e sudore, di levatacce nel cuore della notte per mungere le mucche, di mani graffiate dalle viti e schiene piegate a raccogliere i frutti. Ecco perché quello di domenica è un appuntamento che va ben oltre l'acquisto diretto di cibo, prestando il fianco al racconto della storia di una comunità e, più in generale, di un intero territorio.

Sui banchi non mancheranno le Dop locali, come la fontina, il lardo di Arnad, il prosciutto di Bosses, formaggi vaccini e caprini, grappe, génépy – liquore tipico a base di artemisie alpine – e poi latte, yogurt, miele marmellate, mostarde, aceto, pane di segale, frutta, piante officinali, prodotti di pasticceria secca, ortaggi e uova. A intrattenere gli ospiti, inoltre, la degustazione “Chef de Montagne”, che proporrà 5 panini ispirati alla tradizione dolomitica realizzati dagli chef della zona: Fabio Iacovone del Le Petit Restaurant di Cogne, Agostino Buillasdel Café Quinson di Morgex, Piergiorgio Pellerei del La Clusaz di Gignod, Maura Gosio del Petit Royal di Courmayeur e Alfio Fascendini del Vecchio Ristoro di Aosta.

Pubblicità

Lo Matson | Courmayeur (AO) | domenica 4 settembre, dalle 9 | www.lomatson.it

a cura di Michela Becchi

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X