La cucina giapponese di Nobu, celebre chef di Saitama con 32 ristoranti in tutto il mondo, approda in Andalusia. Nell'hotel Puente Romano di Marbella, a partire dalla prossima primavera, ricette innovative, prodotti del territorio e una linea di cocktail d'autore.

Pubblicità

Nobuyuki Matsuhisa

Si chiama Nobuyuki Matsuhisa, ma fra gli appassionati foodies di tutto il mondo è conosciuto semplicemente come Nobu. È lo chef giapponese più popolare al mondo, tanto da essere considerato uno dei dieci cuochi più influenti della scena gastronomica internazionale. La sua storia comincia nella città di Saitama in Giappone, prosegue a Tokyo, in America e continua oggi in ben 5 continenti. Dopo la prima esperienza negli Stati Uniti, dove aprì il suo primo ristorante nel 1987, il Matsuhisa, il cuoco non si è più fermato, e oggi gestisce 32 ristoranti in 28 diverse città di tutto il mondo (fra cui Milano, in zona Brera), molti dei quali aperti con la collaborazione dell’attore Robert De Niro. La star di Hollywood, infatti, è da sempre molto attenta al mondo della cucina, soprattutto quando si parla di ristorazione d’albergo: nel 2008 inaugura il Greenwich Hotel di New York, nel distretto di Tribeca, un lussuoso albergo con 88 camere, una spa, una piscina e un ristorante d’autore a cura dello chef Andrew Carmellini, e poi il Nobu Hotel di Manila, nelle Filippine, con la cucina dello chef giapponese. Ora l’impero di Nobu è destinato a crescere ancora, con un nuovo indirizzo a Marbella, in Andalusia, proprio a metà strada fra Malaga e Gibilterra, negli spazi del lussuoso hotel Puente Romano.

L’apertura a Marbella

Un albergo che conta già 11 diverse proposte di ristorazione, fra cui quella dello chef Dani García, uno dei cuochi andalusi più celebri che ha fatto guadagnare al locale due stelle Michelin, e che ora si prepara a ospitare la cucina di Nobu. Con un menu che gioca sui piatti più famosi dello chef, come Miso nero Cod, Yellowtail con Jalapeno e Sashimil Tiradito, ma anche su ricette nuove ispirate ai sapori e le tradizioni della località marittima. Per le materie prime, Nobu ha intenzione di affidarsi al territorio, e di lasciarsi ispirare dai prodotti tipici per creare piatti sempre nuovi e unici nel loro genere, creati su misura di volta in volta a seconda della sede del ristorante: “Le mie ricette possono essere replicate, ma nessuno può copiare il cuore che metto nello sviluppo di ogni piatto”. Cucina a parte, l’offerta di Nobu è interessante anche sul fronte dei cocktail, preparati meticolosamente da bartender professionisti che studieranno una carta dei drink ampia e variegata. A ospitare l’eclettica proposta dello chef, gli eleganti spazi di Puente Romano che, per l’occasione, inaugureranno altre 49 suite di lusso. La data non è ancora definitiva, ma l’apertura è prevista per la primavera del 2018.

Pubblicità

a cura di Michela Becchi