Matrimonio tra Barbaresco e tajarin. Il nuovo reality cinese ambientato in Piemonte

28 Gen 2016, 11:00 | a cura di Livia Montagnoli

Si traduce Il mio matrimonio in giro per il mondoil titolo del reality prodotto da un celebre network cinese, che presto conquisterà milioni di spettatori nella Repubblica Popolare Cinese. E gli ideatori del format hanno scelto Torino e le colline di Langhe e Roero per le loro specialità enogastronomiche. 

Pubblicità

Il format cinese. Torino unica meta europea

Per il network cinese “Beijing Satellite TV” Torino e il territorio di Langhe e Roero diventano lo scenario di un matrimonio da favola, tra monumenti, castelli ed eccellenze gastronomiche. Proprioin questi giorni la troupe composta da 80 persone, con il regista Li Jianran,è in Piemonte pergirare i due episodi capofila delle 12 puntate del reality show “Il Mio Matrimonio in Giro per il Mondo”con il supporto della Regione Piemonte, ATL Turismo Torino e Provincia e ATL Langhe Roero, e della Film Commission Torino Piemonte.

Il Piemonte è l’unica scelta europea del network cinese (le altre puntate saranno girate a Seul in Corea, Sarawak in Malesia, Hainana in Cina, Auckland in Nuova Zelanda, Guam negli USA) che assicura una copertura di circa 1,1 miliardi di persone in 700 città a livello nazionale (i reality sono seguitissimi nella Repubblica Popolare Cinese), e un bacino di utenza di circa 300 milioni di persone tra gli altri paesi asiatici e gli Stati Uniti.

 

Pubblicità

Il matrimonio ad Alba. Tra Barbaresco e tajarin

A Torino la troupe ha iniziato le riprese allo Juventus Stadium, dove è stato effettuato il lancio dell’intero reality e dove è iniziata la prima sfida, al Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana, attorno a Palazzo Madama nel centro storico e sul Ristotram. Quindi la Reggia di Venaria Reale, per poi proseguire verso le colline Unescodi Langhe e Roero: dalla rinnovata Torre di Barbaresco, da cui si domina tutto il territorio, per spostarsi nel 5 stelle lusso Hotel Castello di Guarene e nel centro della città di Alba, che ospiterà la celebrazione del matrimonio, evento principale del reality.

Grandi protagonisti, naturalmente, il food e il vino: alla Torre di Barbaresco è prevista una degustazione sensoriale di Barbaresco delle annate di una coppia di concorrenti (1989 e 1990), dopo di che arriverà in vespa lo chef Bruno Cingolani del ristorante Dulcis Vitis di Alba che porterà i tajarin, protagonisti di un secondo gioco. Quindi obiettivi puntati sul Tartufo Bianco d’Alba, a Vezza d’Alba: ricerca di tartufi con un trifulau e immancabile degustazione.

Gran finale, il 30 gennaio, allo storico Caffè Converso a Bra: e così anche in Cina conoscerannouno dei locali d’eccellenza della Guida dei Bar del Gambero Rosso…Bel colpo per la fama del Piemonte del gusto. In attesa che arrivino migliaia di cinesi in vacanza.

 

Pubblicità

a cura di Rosalba Graglia

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X