Decine di eventi diffusi in città e sul territorio regionale per raccontare il legame che unisce Milano al tessuto agroalimentare che la circonda, ma anche l’identità gastronomica che il capoluogo lombardo ha saputo rilanciare negli ultimi anni, grazie alla spinta propulsiva di Expo. Ecco cosa succederà durante la settimana di Milano Food City, dal 4 all’11 maggio. 

Pubblicità

La vocazione alimentare di Milano

Quando qualche mese fa cominciò a farsi strada l’idea di dotare Milano di un grande evento diffuso sul cibo, il pensiero era corso subito al modello del Fuorisalone: che si trattasse di settimana della moda o del design la città aveva ampiamente dimostrato, negli ultimi anni, la capacità di trasformarsi in un polo culturale e ricettivo ben organizzato. Ora i contorni della Milano Food City in programma dal 4 all’11 maggio 2017, in concomitanza con TuttoFood (e pure con la Milano Food Week, dal 6 al 14 del mese), si fanno più chiari. Al sindaco Giuseppe Sala, con gran parte della sua giunta, il compito di presentarla alla stampa durante la conferenza a Palazzo Marino, perché siano più chiare origini e obiettivi di un’iniziativa che certo prende le mosse dall’eredità di Expo, ma ancor prima si riallaccia alla storia della città, enfatizzando la vocazione agricola di una Milano proiettata verso il futuro, ma non per questo meno debitrice alla produttività del territorio che la circonda, tra i distretti agricoli più felici d’Italia.

Milano Food City. Cos’è

Ecco allora che la città degli affari, della moda e dei cantieri edilizi all’avanguardia, aggiunge una prerogativa in più alla sua corsa verso il modello della città intelligente, e lo fa attraverso il cibo: Milano Food City, come è stata ribattezzata ufficialmente l’iniziativa, scommette sulla cultura alimentare e condivide con un pubblico più ampio ed eterogeneo lo spirito del salone biennale dell’alimentazione – Tuttofood – che dai padiglioni di Rho (riservati ad aziende e addetti ai lavori) si riversa in tutti i quartieri della città, con tanti appuntamenti su cibo, cucina e cultura enogastronomica. La formula collaudata, per l’appunto, è quella del Fuorisalone: otto giorni di incontri, show cooking, degustazioni, percorsi enogastronomici guidati, letture, appuntamenti con l’arte che trae ispirazione dal cibo. Con l’idea in più di stimolare la partecipazione dal basso durante il flash mob in programma per sabato 6 maggio, quando i milanesi saranno invitati ad aprire i cortili dei propri palazzi per condividere una cena con chi è a spasso per la città.

I partner, gli eventi

Tra i partner ufficiali, invece, troviamo Confcommercio e i suoi eventi Foodfriends Day (degustazioni e menu speciali in bar e ristoranti della città), Foodfriends Night e Foodfriends Charity, un focus contro lo spreco alimentare, per non dimenticare una delle priorità della Carta di Milano ratificata in chiusura di Expo. E poi la stessa organizzazione di TuttoFood, che con il progetto Week&Food organizzerà un ciclo di appuntamenti diffusi per conoscere i protagonisti della fiera (dall’8 all’11 maggio). O ancora la partnership con i Jeunes Restaurateurs d’Europe, che coinvolgerà in show cooking aperti al pubblico 20 giovani chef provenienti da dodici Paesi d’Europa. Ma chef, pasticceri, gelatieri, panettieri e artigiani del gusto saranno protagonisti anche al The Mall di Porta Nuova (con Taste of Milano) e al Superstudio Più di via Tortona (con Italian Gourmet), con un fitto programma di talk, lezioni pratiche, degustazioni; mentre sette noti hotel cittadini ospiteranno gli aperitivi a cinque stelle, avvicendandosi per tutta la durata della manifestazione. Per Sapore in Lombardia, a cura della Regione, sotto i riflettori brillerà il sistema territoriale del cibo tradizionale, con appuntamenti diffusi alle porte della città, in borghi storici e realtà agricole facilmente raggiungibili da Milano. E si parlerà anche di innovazione alimentare, durante la terza edizione di Seeds&Chips, in programma dall’8 all’11 maggio a Fiera Milano Rho, con un focus sulla produzione alimentare all’interno delle città, con la partecipazione dei sindaci delle principali capitali mondiali.

Pubblicità

Ma prima si comincia con lo “spettacolo” inaugurale del 3 maggio, che alla città offrirà un inedito percorso sensoriale tra le arti, con performance creative dedicate alle buone pratiche dell’alimentazione e alla cultura del cibo. Tutto il programma, in costante aggiornamento, sarà presto disponibile sulla piattaforma online creata per l’occasione, che, insieme all’elaborazione del logo, ribadisce l’intenzione di fare della Milano Food City un brand esemplare di attrazione turistica. Sin dalla prima edizione.

Milano Food City | dal 4 all’11 maggio 2017 | per informazioni e adesioni http://it.expoincitta.com/Milano-Food-City/Milano-Food-City.kl

 

a cura di Livia Montagnoli

Pubblicità