Il progetto è stato ideato da Marco Panella, già curatore di mostre a tema food, e prodotto da Artix e vuole proporsi come veicolo per lo storytelling gastronomico. Intanto al mercato Pinciano, il 28 febbraio, la web tv fa il suo esordio con il docufilm Roma. La cucina svelata, intervallato da un reading delle ricette romanesche di Aldo Fabrizi.
Pubblicità

Eatv.it è il portale “dove il cibo racconta le sue storie”. Definizione semplice e calzante per la nuova piattaforma social dedicata alla narrazione del cibo e di tutte le relazioni che ogni giorno intrecciamo a partire dal cibo: storie di persone che si incontrano intorno a un tavolo, memoria delle tradizioni culturali di una società o di un’epoca storica, rapporto con la terra e con le risorse del territorio.
Il progetto, ideato da Marco Panella – già curatore di diverse mostre sul tema, come le recenti Pranzo di famiglia e Il Cibo immaginario – e prodotto da Artix, si propone come punto di riferimento per lo storytelling gastronomico in un momento che sembra particolarmente favorevole per immortalare l’interesse crescente nei confronti dell’universo food (nel bene e nel male). Guardando al futuro e all’evoluzione che sarà – senza trascurare le radici di una cultura complessa da recuperare – anche attraverso il contributo della web tv del CNR, da subito coinvolto nell’iniziativa per parlare di ricerca e innovazione dell’alimentazione.
Intanto però, si va a scavare fino alle origini con The Roman Food Heritage Contest, evento estemporaneo in scena sabato 28 febbraio al Mercato Rionale Pinciano di Roma (dalle 10.30 alle 13), dove gli ideatori del progetto daranno prova delle intenzioni di Eatv.it tra il pubblico abituale del mercato. Non a caso l’improvvisazione artistica e la scelta di luoghi non convenzionali rappresentano due pilastri dell’iniziativa, organizzata con il supporto dell’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale.
Cosa c’è da aspettarsi quindi tra i banchi del mercato? La neo web tv ha scelto di presentarsi al pubblico romano con un docufilm sulla memoria della cucina locale dal titoloRoma. La cucina svelata,che raccoglie – in poco più di trenta minuti – le testimonianze sul cibo recuperate in tre centri anziani cittadini (Trastevere, Tor Marancia e Portuense), quattro mercati storici (Campo de’ Fiori, San Giovanni di Dio, via Sabotino e via Antonelli) e simboli gastronomici della Capitale come la friggitoria di Largo dei Librari, dal 1916 alle prese con i celebri filetti di baccalà.
La proiezione sarà intervallata da un reading delle ricette romanesche di Aldo Fabrizi, recitate dalla Compagnia Teatrale Stabile Assai di Rebibbia.

The Roman Food Heritage Contest |Mercato Rionale Pinciano, via Giovanni Antonelli 39/a, Roma | dalle 10.30 alle 13 | ingresso libero | www.eatv.it/index.html