Un network di food blogger che nasce dall'esperienza di Bloggalline e un portale con contenuti esclusivi prodotti da una cinquantina di loro per raccontare l'universo del cibo e fare della propria passione un mestiere. Alle spalle l'investimento di NetAddiction, partner importanti e un motto in cui credere: “L'unione fa la forza!”.
Pubblicità

Ifood è il primo network italiano nato spontaneamente, dove i bloggerci mettono la faccia, si sporcano le mani, il grembiule, le idee”. Parole prese in prestito dal nuovo portale che si ripromette di convogliare i mille stimoli di cui si nutre l’universo gastronomico sul web, in quella rete italiana di food blogger sempre più attivi e specializzati. Nasce con questo obiettivo iFood – Infinito amore per il cibo – che somma alla solidità di un network già collaudato l’esperienza di una nuova piattaforma per la produzione di contenuti esclusivi, dove sono già all’opera una cinquantina di blogger che hanno sposato il progetto per raccontare il cibo nelle sue mille sfumature: ricette, fotografie, viaggi, libri, persone, luoghi e storie.
Una piattaforma per condividere la passione per il cibo con un pubblico di internauti che in Italia si dimostra particolarmente recettivo e sensibile all’argomento, com’è logico che sia nel Paese in cui tutti prima o poi si cimentano con la cucina e molti sin dall’infanzia hanno imparato a coltivare l’amore per la buona tavola e la cultura gastronomica.

DA BLOGGALLINE A IFOOD, CON L’INVESTIMENTO DI NETADDICTION

Alle spalle il network della community Bloggalline, che “due anni fa in occasione di un incontro a Roma ha scelto di costituirsi come gruppo organizzato per la condivisione e l’ottimizzazione dell’esperienza da food blogger, pur con approcci molto diversi all’universo gastronomico” come ci racconta Vatinee Suvimol, responsabile redazionale del progetto iFood e blogger in prima persona. “Avevamo già in mente di sviluppare un progetto fondato sulla forza della condivisione, ma ci mancavano la competenza tecnica e qualcuno che credesse in noi, finanziando l’impresa”. Poi l’incontro con NetAddiction, realtà dell’editoria digitale, desiderosa di investire nel settore del food. In questa fase è stata decisiva l’uniformità del livello qualitativo offerto dai blog visionati, tanto nei contenuti redazionali quanto nell’impostazione fotografica, che ha convinto la società a scommettere sul progetto iFood.
Il portale proporrà così contenuti esclusivi (e retribuiti) a cura dei cinquanta blogger selezionati sulla base di criteri redazionali (da un team di otto persone), mentre il network continuerà ad accogliere nuovi blogger desiderosi di entrare nella rete (pur mantenendo la propria autonomia), che a rotazione otterranno visibilità sulla pagina di iFood. “Siamo riusciti a dimostrare che l’unione fa la forza, offrendo nuove opportunità lavorative a chi ha cominciato per passione e cerca ogni giorno di trasmetterla agli altri”. Un progetto che ha già convinto partner importanti: De Longhi e Electrolux in prima fila.

Pubblicità

 

www.ifood.it