La piattaforma americana che fornisce contenuti in streaming on demand sbarca in Italia, con un pacchetto di abbonamenti che farà gola a molti. Diversi i contenuti dedicati a cibo e chef già disponibili online.

Pubblicità

La rivoluzione di Netflix. In Italia

È la più grande rete di internet tv nel mondo, e ora – finalmente – arriva anche in Italia. Da oggi Netflix, che conta già oltre 69 milioni di abbonati, dovrà confrontarsi con i desideri e le aspettative del pubblico italiano, piuttosto affezionato alla tv tradizionale, come ben sanno ai piani alti della piattaforma televisiva americana che fornisce in oltre 50 Paesi del mondo film, serie tv, documentari, cartoni animati e molti altri contenuti disponibili in streaming on demand.

Eppure si confida nella rapida fidelizzazione di un target diffuso che si affezioni alla possibilità di avere il controllo su ciò che vede, scegliendo da un’ampia gamma di contenuti on demand.

Come? Tramite internet (da Smart Tv, tablet o smartphone) gli utenti potranno sottoscrivere l’abbonamento al servizio, per avere accesso a film, programmi e produzioni confezionate in ogni parte del mondo. Con un’offerta irresistibile per i più curiosi: un mese gratis per familiarizzare con Netflix e abbonamento revocabile in qualunque momento. Ma una volta scoperto, sarà difficile rinunciare a un palinsesto così ricco di contenuti originali (diverso da paese a paese), che promette di accontentare proprio tutti, anche chi non sa resistere agli chef in tv.

Pubblicità

Docu-serie sugli chef e reportage. Il cibo su Netflix

Per gli appassionati di cucina, viaggi gastronomici e tradizioni culinarie, Netflix proporrà docu-serie ben confezionate come Chef’s Table, il progetto a cura del regista David Gelb che ha già realizzato sei episodi dedicati ai più importanti chef internazionali – Massimo Bottura compreso – dedicandogli puntate della durata di 50 minuti che indagano la vita quotidiana di uno chef, le sue ambizioni e  il legame con la cucina.

Ma, sin dai primi giorni, gli abbonati potranno contare anche su contenuti impegnati, come il film documentario Fed Up, che concentra l’attenzione sulla piaga dell’obesità nella società americana. Ancora dagli Stati Uniti arriva Cowspiracy, reportage prodotto nel 2014 per documentare l’impatto dell’allevamento e dell’industria animale sull’ambiente, con interviste alle principali organizzazioni ambientaliste. E già nei prossimi mesi Netflix promette di implementare l’offerta, riservando grandi sorprese che conquisteranno anche il pubblico italiano. Se non altro per la facilità di fruizione. Ciò che è certo, è che la piattaforma celebre per la produzione di serie cult come House of Cardsnon potrà fare a meno di puntare sulla proposta di contenuti dedicati a cibo, cucina e chef.