Castello Banfi si qualifica per le Olimpiadi di Londra

14 Mar 2012, 16:52 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_89685" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2011/09/289420_web.jpeg[/caption]

Olimpiadi di Londra, è tempo di qualificazioni. Non solo per gli atleti in gara, ma anche per i vini che si giocano il pass olimpico per entrare nella wine list dei punti ristorazione all'Olympic and Paralympic Village.

 

E già ci sono i nomi dei primi 18 vini selezionati da Bibendum, uno dei più important

Pubblicità

i distributori di vino nel Regno Unito e fornitore ufficiale delle Olimpiadi. Tra questi anche tre etichette italiane firmate Castello Banfi al suo esordio olimpico: Brunello di Montalcino 2006 e 2007; Rosso di Montalcino 2010  Rosa Regale 2011.

 

“Ci hanno appena comunicato  la notizia e anche se non conosciamo le modalità siamo molto orgogliosi di poter rappresentare l'Italia con il nostro vino”, dice Enrico Viglierchio, direttore generale di Castello Banfi che a tre Bicchieri dà anche qualche anticipazione sul bilancio dell'azienda che verrà chiuso nei prossimi giorni: 60milioni di euro di fatturato con un +10%rispetto allo scorso anno.

Pubblicità

 

Ma torniamo a Londra. Accanto ai nostri tre italiani ci saranno anche altri nomi importanti: un habitué francese come il Meursault Cuvee Charles Maxime 2008 Domaine Latour-Giraud, il brasiliano Quinta do Seival Castas Portuguesas 2006 e il portoghese Quinta do Vallado Tinto 2009. L'unico inglese a rappresentare la nazione ospitante sarà il Balfour Brut Rosé 2008 della tenuta Hush Heath. 

 

Prossima gara vinicola è quella per il podio: la scelta per i tre vini ufficiali (un rosso, un bianco e un rosé) che verranno venduti a 20 sterline in formato pet nei catering outlets durante le gare. Ma la partita si gioca anche fuori: secondo la stessa Bibendum i giochi olimpici porteranno a Londra  300milioni di sterline di extra nella vendite di vino. La stima si riferisce a tutti i canali di vendita ( bar, pub, ristoranti ed enoteche) e prevede che il 2012 dovrebbe chiudersi con una spesa nell'intero comprato food&beverange pari a 1,24miliardi di sterline.

Pubblicità

 

di Loredana Sottile

14/03/2012

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X