Il nuovo Facebook del vino si chiama Movinclick

1 Feb 2012, 17:07 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_89248" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2008/04/185274_web.jpeg[/caption]

Come Mark Zuckerberg (l'inventore ora miliardario di facebook) ha 27 anni, una grande passione per i computer e le idee molte chiare. Ed è italiano. Si chiama Daniele Cirsone, laureato in Marketing e Comunicazione, vive a Bari, è sommelier e collabora con il Movimento Tursimo Vino della sua regione. Tre Bicchieri lo ha incontrato a

Pubblicità

Perugia all'International Wine Tourism Conference dove ha presentato il suo progetto, il social network Movinclick interamente dedicato al mondo del vino.

Cinque categorie (produttori di vino, tecnici, wine&food lovers, chef, giornalisti/blogger) e quattro macro aree gestite come forum (sezione reportage, sezione food, sezione degustazione e sezione botte, barrique e risposta). Infine l’angolo degli astemi per comunicare in libertà non solo di vino.

“Ispirandomi ai browser game ho cercato di creare uno strumento intuitivo, al contrario di altri social network sul food&beverange già in circolazione (la frecciatina è rivolta a vinix, l'altra community di settore nata qualche mese fa; n.d.r.) – spiega Daniele – ognuno ha la possibilità di creare un proprio avatar, specificando il proprio ruolo nel mondo del vino, e quindi vivere una sorta di second life”. La domanda che ci ronza in testa mentre lo intervistiamo è che la sua idea non finisca per diventare solo un grande gioco stile Farmville, dove ognuno si improvvisa contadino ma da dietro lo schermo del pc. “L'obiettivo è farne uno strumento utile per ognuna delle categorie presenti”, ci anticipa Daniele intuendo la nostra obiezione.

Pubblicità

Ma qual è il vantaggio per un produttore? “Il confronto diretto con il consumatore - risponde sicuro di sé - con la certezza che al contrario di altri social network generici, qui il pubblico che si intercetta è esclusivamente quello interessato al vino. Per un neofita del vino, invece, la possibilità di esercitasi con delle schede di degustazione personali che non sono solo quelle blasonate e preimpostate Onav o Ais. Infine per i blogger una cassa di risonanza che dà loro la possibilità di diventare degli opinion leader”.

Se Movinclick è destinato o meno a diventare il nuovo facebook del vino lo sapremo tra qualche mese quando, superata la fase Beta Test, sarà fruibile on line.

 

 

Pubblicità

di Loredana Sottile

01/02/2012

 

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X