Aperta ufficialmente la stagione delle guide gastronomiche, con la Michelin UK e Irlanda a inaugurare la kermesse. Resta ferma la Scozia, l’Inghilterra guadagna due bistellati, mentre l’Irlanda si presenta con tre nuove Stelle. E arrivano anche i pub. 

Pubblicità

 

Michelin UK. È Clare Smyth la protagonista di questa edizione

Sipario, luci. È il palco del BFI Imax a Waterloo, Londra, il più grande schermo della Gran Bretagna, a dare il via al 2018 della Rossa, che ancora una volta comincia con i migliori ristoranti del Regno Unito. Dopo un’edizione piuttosto scarna, quest’anno la Michelin ha riservato diverse sorprese ai buongustai oltremanica.

 

Pubblicità
Clare SMyth

A cominciare dalle Due Stelle al londinese Core by Clare Smyth, dell’omonima chef già premiata Best Female Chef 2018 dalla World’s 50 Best Restaurants la scorsa primavera, a meno di un anno dal suo debutto da solista a Londra, dove per 13 anni ha affiancato Gordon Ramsey alla guida del ristorante bandiera del Royal Hospital Road. E che ora torna a festeggiare, con ben due macaron, con gioia e un pizzico di emozione: “Sono orgogliosa della mia squadra e di tutto l’impegno che hanno messo in questo primo anno di vita di Core”.

Nuovi bistellati, confermate le Tre Stelle dello scorso anno

Al suo fianco, James Knappett del Kitchen Table, che già nel 2015, a pochi mesi dall’apertura, si era guadagnato la prima Stella. E poi il Moor Hall, ristorante di Aughton coadiuvato dallo chef Mark Birchall, nome entrato di recente nel settore ma che ha già fatto parlare di sé. Come sempre, a commentare è Rebecca Burr, direttrice della guida: “Questi tre cuochi e titolari dei ristoranti neo-bistellati hanno saputo creare dei locali fantastici, che riflettono perfettamente le loro personalità e la loro filosofia”. Si tengono ben saldi alle loro Tre Stelle, invece, The Araki, Restaurant Gordon Ramsay, Alain Ducasse at the Dorchester, e poi il Fat Duck di Blumenthal e il Waterside Inn di Alain Roux, entrambi a Bray.

La prima Stella

Se nell’olimpo dei tristellati non ci sono nuovi ingressi, grandi novità arrivano invece fra i locali con Una Stella. C’è il Rogan & Co. Di Simon Rogan, che poteva già vantare Due Stelle grazie all’elegante e raffinato L’Enclume, senza dimenticare Roganic, sede londinese del ristorante che raduna le specialità dei migliori produttori britannici, e che si insigna per la prima volta quest’anno di un macaron.

 

Pubblicità
Olive Tree

E poi l’Olive Tree di Bath, che nella semplicità ed essenzialità dei suoi piatti stagionali ha trovato la chiave di volta privilegiata per conquistare il palato degli ispettori. Presente anche il The Oxford Kitchen, punto di riferimento nella celebre città universitaria, e molti altri ancora.

I pub stellati

A fare la parte del leone in questa edizione, però, sono i pub, i locali più frequentati dagli inglesi, tappa imperdibile fin dal Quattrocento, periodo in cui le prime insegne iniziarono a fare capolino agli angoli delle strade presentandosi come delle specie di osterie dove era possibile trovare vitto e alloggio (pub è, infatti, l’abbreviazione di Public House, case pubbliche che offrivano da bere).

 

Fordwich

Format antichi e dal gusto popolare che ora si confrontano con le migliori cucine del Paese. A conquistare con una tavola di livello, una selezione di materie prime del territorio di tutto rispetto e una proposta brassicola d’eccezione sono il Blackbird, appena fuori Newbury, nella contea di Berkshire, The White Swan a Fence nel Lancashire, e il Fordwich Arms a Fordwich, il più piccolo paesino di tutta la Gran Bretagna.

Irlanda e Scozia

Intanto, in Irlanda, “gli ispettori hanno notato un bel fermento, soprattutto a Cork”, la più grande contea dell’isola, nella parte più a Sud. Dove sembra essere in corso una vera rivoluzione gastronomica, grazie al lavoro intenso di ricerca dei cuochi più giovane e ambiziosi, che stanno cercando di modernizzare la ristorazione irlandese e creare una nuova rete di cuochi, produttori e artigiani dediti alla qualità.

 

Mews

Sono tre in tutto i locali che guadagnano Una Stella: il Chestnut, il Mews e l’Ichigo Ichie. “Gli chef irlandesi hanno un gran talento. Come tutti sappiamo, le materie prime locali sono eccezionali, ed è bellissimo vedere cuochi così appassionati del proprio lavoro”. Niente di nuovo sul fronte scozzese, che conferma le insegne dello scorso anno, così come il Galles e l’Irlanda del Nord, fermi ormai da qualche tempo. Che l’edizione 2020 sia quella giusta? Nel frattempo, ecco l’elenco dei migliori ristoranti dell’anno.

Tre Stelle

Alain Ducasse at The Dorchester
The Araki
Gordon Ramsay
Fat Duck
Waterside Inn

Due Stelle

Inghilterra

Claude Bosi at Bibendum
Core by Clare Smyth(NUOVO)
Dinner by Heston Blumenthal
Le Gavroche
Greenhouse
Hélène Darroze at The Connaught
Kitchen Table at Bubbledogs (NUOVO)
The Ledbury
Sketch (The Lecture Room at The Connaught)
Umu
Belmond Le Manoir aux Quat’Saisons
Hand and Flowers
L’Enclume
Midsummer House
Moor Hall (NUOVO)
Raby Hunt
Restaurant Nathan Outlaw
Restaurant Sat Bains

Scozia
Andrew Fairlie at Gleneagles

Irlanda
Patrick Guilbaud

Una Stella

Inghilterra

Alyn Williams at The Westbury
Amaya
Angler
Aquavit
A.Wong
Barrafina
Benares
Bonhams
Brat(NUOVO)
Céleste
Chez Bruce
City Social
The Clove Club
Club Gascon
Dining Room at the Goring
Elystan Street
Fera at Claridge’s
Five Fields
Galvin at Windows
Galvin La Chapelle
The Glasshouse
Gymkhana
Hakkasan Hanway Place
Hakkasan Mayfair
Harwood Arms
Hedone
Hide (NUOVO)
Ikoyi (NUOVO)

Kai
Kitchen W8
L’Atelier de Joël Robuchon
La Dame de Pic
La Trompette
Leroy (NUOVO)
Locanda Locatelli
Lyle’s
Marcus
Murano
The Ninth
Pétrus
Pied à Terre
Pollen Street Social
Portland
Quilon
Ritz Restaurant
River Café
Roganic (NUOVO)
Sabor (NUOVO)

Seven Park Place
Social Eating House
St John
Story
Texture
The Square
Trinity
Trishna
Veeraswamy
Yauatcha Soho
Adam’s
Blackbird (NUOVO)
Black Rat
Black Swan
Bohemia
Bulrush (NUOVO)
Bybrook
Carters of Moseley
Casamia
Clock House
The Coach
Coworth Park
The Cross at Kenilworth
Crown
The Dining Room
Driftwood
Elephant
Fischer’s at Baslow Hall
Fordwich Arms (NUOVO)
Forest Side
Fraiche
Gidleigh Park (NUOVO)
Gravetye Manor
Hambleton Hall
Hinds Head
House of Tides
HRiSHi
John’s House
Le Champignon Sauvage
Lympstone Manor
The Man Behind The Curtain
Masons Arms
Matt Worswick at The Latymer
Morston Hall
The Neptune
Northcote
Nut Tree
Olive Tree (NUOVO)
L’Ortolan
Outlaw’s Fish Kitchen
Oxford Kitchen (NUOVO)
Paco Tapas
Paul Ainsworth at No. 6
Peel’s
Pipe and Glass
Pony & Trap
Purnell’s
Red Lion Freehouse
Restaurant Hywel Jones by Lucknam Park
Restaurant Tristan
Rogan & Co (NUOVO)
Salt (NUOVO)

Samphire (formerly Ormer)
Simon Radley at Chester Grosvenor
Simpsons
Sorrel (NEW)
The Sportsman
Star Inn at Harome
Thomas Carr at The Olive Room
Tim Allen’s Flitch of Bacon (NUOVO)
Tudor Room
West House
White Swan (NUOVO)
Wilk’s
Winteringham Fields (NUOVO)
Woodspeen
Yorke Arms

Scozia
21212
Braidwoods
The Cellar
Kitchin
Loch Bay
Martin Wishart
Number One
The Peat Inn

Galles
The Checkers
James Sommerin
Sosban & The Old Butchers
Tyddyn Llan
Walnut Tree
The Whitebrook
Ynyshir

Irlanda del Nord
Eipic
OX