È tutto pronto per la prossima apertura di Burro e Alici, la nuova avventura a Erbusco di Pasquale Torrente, che prenderà in gestione l’antico casale che ospitava La Mongolfiera di Vittorio Moretti.
Pubblicità

Si chiamerà Burro e Alici (e come potrebbe chiamarsi altrimenti?) la nuova avventura di Pasquale Torrente, chef di Cetara e bandiera dello street food campano, già noto ai più per la gestione delle friggitorie di molti dei punti Eataly in Italia e nel mondo. Non si tratta propriamente di una nuova apertura, dal momento che lo chef campano prenderà in gestione La Mongolfiera di Erbusco di Vittorio Moretti, come già era stato annunciato in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni di Pasquale Torrente lo scorso marzo. Così la cucina di Cetara arriva in Franciacorta, nel cascinale del Seicento con grandi coperture a volta e un ampio porticato di proprietà della famiglia Moretti dal 1986, e vedrà impegnato ai fornelli Gaetano, il figlio di Pasquale. All’apertura dovrebbero mancare pochi giorni, probabilmente si celebrerà prima del weekend del 14 e 15 giugno, quando tra le vigne e i borghi della Franciacorta prenderà luogo Franciacortando, manifestazione itinerante organizzata dalla Strada del Franciacorta, di cui è presidente Francesca Moretti. E proprio al cibo di strada sarà dedicata questa edizione dell’evento, che vedrà Pasquale Torrente tra gli chef ospiti, ad animare la festa del 15 giugno presso il Castello Fassati di Passirano. Per quanto riguarda Burro e Alici, c’è da scommettere che l’abbinamento tra la cucina di mare e le bollicine di Franciacorta susciterà grande entusiasmo.