Ogni week end il tram partirà da piazza Castello, alle 16 e alle 17, per un tour goloso di cinquanta minuti, accompagnato da cioccolata calda, tè o un calice di Erbaluce di Caluso (in estate spazio al gelato). Tante le firme della pasticceria torinese che hanno aderito all’iniziativa, da Rigobello di Raspino a Gallizioli.
Pubblicità

C’è un modo tutto nuovo per gustare la famosa piccola pasticceria, vanto della tradizione piemontese: il tram. Ma non un tram qualunque: un “tram-pasticceria” storico, che gira alla scoperta degli angoli più fascinosi della città, raccontati da una guida turistica esperta, il tutto mentre si gustano deliziosi pasticcini e se ne scoprono tutti i segreti rivelati da un Maestro pasticcere.
La formula dei “Pasticcini in carrozza”, presentata venerdì 28 novembre e perfetta per le feste d’inverno, è stata messa a punto dai Pasticceri di Ascom-Epat Torino e realizzata grazie al sostegno della Camera di commercio e il patrocinio della Città di Torino, in collaborazione con GTT-Gruppo Torinese Trasporti, GIA (Associazione Guide Interpreti Accompagnatori Turistici del Piemonte), ASSOINTERPRETI e Associazione “Sac à Poche” e Cioccolatorino.
Il sabato e la domenica, il tram dei pasticcini partirà da piazza Castello, cuore della città, alle 16 e alle 17, e ogni tour goloso durerà 50 minuti. In questo periodole degustazioni dolci sono accompagnate da una cioccolata
calda, un tè o un calice di Erbaluce di Caluso, mentre inestate spazio al gelato per apertivi dolci e salati.
Una bella iniziativa, a pochi mesi dall’apertura di Expo 2015, come hanno sottolineato Walter Ceresa presidente e amministratore delegato GTT e Maria Luisa Coppa presidente dell’ Ascom, “che intende mettere in risalto, in una città sempre più a vocazione turistica, la particolarissima e unica pasticceria subalpina.”
Sono circa 400 le pasticcerie specializzate di Torino e provincia – spiega Giovanni Dell’Agnese presidente dei pasticcieri di Ascom/Epat e questo fa del capoluogo piemontese una tra le primissime città italiane per numero di esercizi del settore, di assoluta originalità e di grande prestigio.”
Tra i pasticceri che hanno aderito all’iniziativa (fra cui anche diversi docenti dei corsi della Città del Gusto-Gambero Rosso di Torino) c’è un po’ il gotha della pasticceria torinese, da Dell’Agnese ad Andrea Monti, Rigobello di Raspino, Durighello, Gallizioli, Scalenghe, Gertosio… Li vediamo tutti schierati alla partenza del coloratissimo tram.
Il costo delle uscite è di 20 euro a persona, 10 per i bambini fra i 3 e i 6 anni; gratis per i bambini sotto i 3 anni se non occupano il posto a sedere.
Il calendario degli appuntamenti dei “pasticcini in carrozza” è disponibile mensilmente sul sito dedicato.

A cura di Rosalba Graglia

Pasticcini in carrozza | Piazza Castello, Torino | Ogni week end | Calendario degli appuntamenti su www.gtt.to.it/turismo/tramrist.shtm | Le prenotazioni possono essere effettuate sul sito www.gtt.to.it oppure contattando lo 011/5764733-750