Il 29 ottobre scorso, allo Sheraton Hotel di Roma, la presentazione della guida Ristoranti d'Italia 2019 del Gambero Rosso. Tanti i protagonisti della ristorazione nazionale riuniti, tutti i Tre Forchette schierati. E una cena corale che ha lasciato il segno.

Pubblicità

 

C’era il meglio della ristorazione italiana riunita per una serata di festa allo Sheraton Roma Hotel in occasione della presentazione di Ristoranti d’Italia 2019 del Gambero Rosso. 2813 sono le insegne raccontate nell’ultima edizione della guida per restituire uno spaccato quanto più vario possibile della scena gastronomica nazionale, tra bistrot, trattorie, ristoranti tradizionali, tavole moderne, ma anche etnici, wine bar, birrerie con cucina. E nutrito era il parterre che ha seguito la cerimonia di premiazione, con i Tre Forchette schierati per la foto di rito finale prima della cena in punta di Tre Forchette che ha offerto agli ospiti un menu corale ben assortito.

Alto il livello dei protagonisti allineati tra le diverse postazioni che hanno reso più piacevole il gioco degli assaggi (ognuno ha potuto scegliere la propria sequenza): Gianfranco Pascucci con il suo scenografico arrosto di calamaro, Carlo Cracco e le tagliatelle di tuorlo d’uovo marinato con carciofi, le zite spezzate con genovese di tonno di Pasquale Torrente, premiata come miglior primo piatto dell’anno; e ancora la cacio e pepe in vescica di Riccardo Camanini, neo triforchettato con Lido84, come i fratelli Portinari de La Peca, il ristorante di Lonigo che ha presentato una lepre in abito da sera. In menu anche il baccalà con salsa di friggitelli, quinoa agrodolce e spinaci di Moreno Cedroni e due dessert: l’insalata di rape alla camomilla con gelato al lievito tostato del miglior pastry chef 2019 Leonardo Zanon (Agli Amici di Udine) e il pane e cioccolato di Niko Romito, il più alto in vetta con 96 punti, premiato pure con Tre Cocotte (insieme a Gaia Giordano) per Spazio Niko Romito a Roma. 

Pubblicità

Tutte le foto della serata.

 

foto di Francesco Vignali

 

Pubblicità

> Ristoranti d’Italia 2019. Tutti i premi

> Acquista la Guida Ristoranti d’Italia 2019

 

SPONSOR