Un festival che coniuga arti visive, performance, video e tetro al cibo. Un evento diffuso che coinvolgerà tutto il territorio del capoluogo piemontese sino al 30 marzo con la direzione artistica di Davide Barbato e Chiara Cardea.
Pubblicità

Inaugurato all’associazione QuBì di via Parma 75 con la sezione Arti Visive, performance, video, installazioni, aperitivo e birra, con note e parole a cura di Cocina Clandestina (più un divertente video di Riccardo Rea, Una ricetta per Ricky, da vedere nel vicino spazio La Perla, via Catania 9), comincia ufficialmente a Torino la quinta edizione di Play with Food – La scena del cibo, il primo festival di arti visive e performative interamente dedicato al cibo, ideato e curato dall’Associazione CuochiLab e dai Cuochivolanti.
Con la direzione artistica di Davide Barbato e Chiara Cardea e la direzione gastronomica di Roberta Cavallo un festival che mette insieme teatranti, performers, artisti visivi, fotografi e danzatori che si confrontano in modo creativo con il cibo. In programma il 27, 28 e 29 marzo le underground dinner, tre “cene artistiche” in tre case private (e ovviamente segrete fino all’ultimo minuto), accompagnate da performace. In contemporanea, spettacoli di teatro al Caffè della Caduta dalle 21, anche per i bambini: il 29 marzo alle 16.00 alla Bottega del Caffè (c/o la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani) va in scena lo spettacolo di teatro di figura Banana Cake, preceduto dalla merenda. Il 29 marzo alle 21.00 chiusura ufficiale del festival Officine Corsare di via Pallavicino con un’operetta psyco-rock inedita, Il re delle cucine, degli EX-P, preceduta da aperitivo dei Cuochivolanti. Domenica 30 marzo infine, alle 10.30 al Cineteatro Baretti di via Baretti, arrivederci al pubblico con la cinecolazione in collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio, che ha selezionato un ricco programma di cortometraggi d’animazione sul tema del cibo: una chicca il corto Food, del maestro ceco Jan Svankmajer. Tutti gli appuntamenti sono accompagnati da momenti conviviali a cura dei Cuochivolanti con la collaborazione di piccole e innovative imprese locali in qualità di food sponsor, dal Pastificio Bolognese al Negozio Leggero all’Agrisalumeria Luiset al Birrificio Torino e via declinando… Insomma con cibo, preso comunque sempre molto seriamente, ci si può anche divertire, fare teatro, giocare.

A cura di Rosalba Graglia

Playwithfood | 26 – 30 marzo | Torino | www.playwithfood.it

Pubblicità