La cerimonia è avvenuta durante una cena di gala cui hanno partecipato circa 300 tra giornalisti, operatori nazionali e internazionali, autorità e soci del Comitato Grandi Cru d’Italia. Ovvero l'associazione che riunisce i 100 produttori di vino di più alta qualità.
Pubblicità

Le più importanti personalità internazionali del settore del vino sono state premiate nel corso di una grande cena di gala organizzata presso il Teatro Ristori di Verona dal Comitato Grandi Cru e preparata da uno chef d’eccezione: Niko Romito. L’associazione riunisce i cento migliori produttori che da almeno 20 anni vantano con il vino i più alti rating derivanti dall’incrocio di guide e riviste italiane e straniere.
Durante l’assemblea, tenutasi il 6 aprile, è stata ratificata la nomina a nuovo Presidente del Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga, che raccoglie il testimone dal Marchese Vittorio Frescobaldi, giunto a fine mandato avendo condotto l’associazione a un grande prestigio internazionale. Il nuovo Presidente (Tenuta San Leonardo, che produce l’omonimo grande Cru) è affiancato dal Vice Presidente Esecutivo Paolo Panerai. La serata, organizzata per la consegna dei premi, ha visto anche un ospite d’onore: il Bacco Adolescente. La nota tela di Caravaggio è stata esposta dando così agli ospiti la possibilità di vedere da vicino i dettagli del grande maestro e per sancire il forte legame che ha sempre unito vino e arte. Un approfondimento sulla storia della sua creazione è stato fornito grazie agli approfondimenti di Vittorio Maria De Bonis, professore universitario esperto d’arte. Ai partecipanti è stato inoltre presentato il libroWineArt,in italiano, inglese e cinese, con un interessante approfondimento sul legame fra vino e arte, presente in Italia da molti secoli prima di Cristo.
E poi gli ambiti riconoscimenti. I soci del Comitato Grandi Cru d’Italia hanno premiato come Miglior giornalista (ex aequo ) Jay McInerney, romanziere di successo, Wine Columnist Town & Country (Hearst Magazines) e The Wall Street Journal accanto a Qianrui Cheng, Senior Editor Wine in China. Il riconoscimento comeSommelier dell’anno è stato invece assegnato a Paolo Basso, Miglior Sommelier del Mondo 2013 per la Association de la Sommellerie Internationale. La consegna dei Premi Speciali è andata a Diana Bracco, Presidente EXPO 2015 e Commissario Generale Padiglione Italia; Alberto Bradanini, Ambasciatore d’Italia a Pechino e Eduardo Eurnekian, Presidente Corporacion America e Proprietario di Bodega del Fin del Mundo in Argentina e Armavir in Armenia.

www.grandicruditalia.it