Man mano che prosegue la nostra rubrica “Resto a casa con le mani in pasta” scopriamo che pizzaioli e fornai sono anche campioni di solidarietà. Qui la storia (e la ricetta degli straccetti di pizza fritta) di Franco Pepe.
Pubblicità

Da Pepe In Grani arrivano alla fine, quando si è quasi certi di non voler mangiare nient’altro. E invece si finisce quasi per chiederne il bis. Si friggono, si cospargono con lo zucchero semolato e si mangiano rigorosamente con la crema di ricotta. Franco Pepe ci regala la ricetta per la nostra rubrica Resto a casa con le mani in pasta

La donazione di un ventilatore polmonare all’Ospedale Civile di Caserta

Pepe in Grani è chiuso, eppure forno e fornelli si accendono ogni giorno per il pane e qualche altra pietanza destinata a chi in questo momento vive un’emergenza nell’emergenza: gli anziani, i disabili. “Penso che ognuno di noi debba fare la sua parte”, spiega Franco Pepe, che insieme al dottore Giuseppe Di Sorbo (produttore di ventilatori polmonari), il Lions Club Caserta Real Sito di San Leucio, di cui Di Sorbo è socio, e la rete virtuosa dei produttori dell’Alto Casertano, è riuscito a donare all’Ospedale Civile di Caserta un ventilatore polmonare e delle maschere di ventilazione. Il pizzaiolo da ieri è testimonial di una campagna per la raccolta fondi a supporto dell’Ospedale Civile di Caserta per acquistare materiale utile all’emergenza. E lancia un appello affinché ognuno faccia la sua parte, per quel che può.

Parla con toni preoccupati e con qualche difficoltà gli chiediamo di regalarci un momento di leggerezza, una carezza per il fine settimana. Un dopo cena che a molti ricorderà il fine serata in quel di Caiazzo e ad altri farà venire voglia di andare, un domani, quando tutto sarà finito. Gli Straccetti di pizza fritta con miele e rosmarino. Una fragrante pasta della pizza fritta e passata nello zucchero, cosparsa di miele e rosmarino, da mangiare in compagnia di una cremosa ricotta di bufala con vaniglia e zeste di arancia. Perfetta se fate la pizza e vi avanza un poco di impasto. La ricetta della pasta che segue è per realizzare pizze tonde e come insegna la scuola napoletana, si parte proprio dall’acqua. Si può fare qualche buona tonda e poi dedicarsi agli straccetti per dessert.

Pubblicità

Straccetti di pizza fritta con miele e rosmarino

Per la pasta

  • 550 g di acqua
  • 800 g di farina 0 (o 00)
  • 22 g di sale
  • 5 g di lievito di birra

Versare l’acqua in un contenitore, miscelare la farina pian piano facendo sciogliere il sale nell’acqua, a metà procedimento aggiungere il lievito di birra, continuare a impastare per 15/20 minuti circa fino a che l’impasto non risulti abbastanza compatto. Una volta pronto, lasciar riposare per 4 ore coperto da un panno, dopodiché procedere allo staglio formando dei panetti il cui peso può variare dai 100 ai 200 g, a seconda dell’uso e dei gusti personali, lasciandoli riposare per altre 2 ore.

Per gli straccetti

  • 1 panetto da 200 g di pasta
  • 50 g di zucchero semolato
  • 50 g di cannella
  • 100 g di ricotta
  • 2 baccelli di vaniglia
  • 20 g di zucchero
  • 40 g di latte
  • Scorza di arancia q.b
  • 80 g di miele millefiori
  • 2 rametti di rosmarino
  • Rosmarino q.b. per guarnire

Stendere il panetto proprio come se si dovesse realizzare una pizza, con un tagliapasta ricavare delle striscioline a piacere, non troppo lunghe. Immergerle in abbondante olio ben caldo (Franco consiglia l’utilizzo di un altoleico, in alternativa olio di arachidi), cuocere fino a doratura, scolare dall’olio e passare gli straccetti senza asciugarli direttamente in una ciotola con lo zucchero e la cannella. In un’altra ciotolina, da portare anche in tavola, mescolare la ricotta con la polpa di vaniglia, lo zucchero e il latte, guarnire con la scorza di arancia. In un pentolino scaldare un poco il miele con il rosmarino e colarlo sopra gli straccetti fritti. Guarnire sia la ricotta che ancora gli straccetti con il rosmarino.

Pubblicità

a cura di Sara Bonamini

RESTO A CASA CON LE MANI IN PASTA. TUTTE LE RICETTE