La squadra di Forno Brisa pubblica il suo primo libro con l’obiettivo di condividere i valori e le idee che hanno portato il progetto a crescere negli ultimi cinque anni e a diventare d’esempio per chi oggi vuole fare impresa partendo delle buone pratiche.
Pubblicità

Forno Brisa. Perché un libro?

Evocare ricette rubate fa subito immaginare qualche antico manuale di cucina scovato in cantina. Il ricettario di Forno Brisa, invece, mette in fila tutt’altro genere di ingredienti e trucchi del mestiere. E di ricette di cucina, tra le pagine del primo libro edito da Cook_Inc (ma Vandenberg Edizioni, casa editrice toscana che fa capo ad Anna Morelli, è già nota in tutto il mondo per il bel lavoro portato avanti da anni col magazine omonimo), non se ne trova neppure l’ombra. Perché il manuale-racconto del Forno Brisa è dedicato ad artigiani, startupper e sognatori alle prese con un progetto di vita da realizzare, proprio com’è stato a Bologna, a partire dal primo laboratorio di panificazione in via Galliera, per crescere – un traguardo dopo l’altro – fino all’impresa di idee e persone che Brisa è oggi. E oltre. Di recente, grazie a una campagna di equity crowdfunding, la startup ha raccolto oltre un milione di euro (perché contano le persone, ma anche gli investimenti). Dunque, c’è spazio per raccontarsi, ed essere d’ispirazione per altri, senza la presunzione di rappresentare il migliore dei modelli possibili, e, anzi, mettendo l’accento sull’importanza di ascoltare gli altri, e condividere buone pratiche per crescere tutti (che è anche il principio fondante del nuovo Manifesto dei Panificatori Agricoli Urbani, di cui i ragazzi di Brisa sono vivaci fautori della prima ora). “Forno Brisa ha solo 5 anni di vita, non pensiamo di poter insegnare già qualcosa su come fare impresa, ma capita che tanti ci chiedano come abbiamo fatto. Una delle chiavi fondamentali è stata fare tesoro delle ricette degli altri, insegnamenti e spunti che abbiamo remixato e fatto nostri”, spiegano Pasquale Polito e Davide Sarti nell’introdurre il libro, in uscita il 30 novembre, ma già in prevendita sullo shop online di Forno Brisa.

Ricette Rubate. Il ricettario che non parla di cucina

Ricette Rubate quindi è un ricettario sui generis, che traccia le tappe fondamentali della realizzazione di un modello d’impresa artigiana contemporanea, dall’idea al consolidamento. Lo stile non è quello di un manuale didascalico e pedante, perché l’obiettivo è quello di condividere valori e idee utili, con la collaborazione di chi è riuscito a essere d’esempio per gli altri, da Carlo Petrini a Salvatore Ceccarelli, da Davide Longoni a BrewDog e Gian Luca Farinelli, per citarne alcuni. Personalità che si sono affermate in mondi diversi, accomunate però dalla volontà di credere nel valore delle idee. E, ciascuna a suo modo, tutte importanti per il percorso di crescita di Forno Brisa. Ognuno di loro, nel libro, espone la propria esperienza sotto forma di intervista, con la mediazione di firme riconosciute del giornalismo italiano.

Due pagine di Ricette Rubate

Idee e valori per fare impresa

E ogni testimonianza rafforza l’ossatura del libro, articolata per paradigmi che veicolano la realizzazione di un buon progetto: “Abbiamo scelto 11 pilastri fondamentali da cui partire e chiesto di approfondire direttamente a maestri e ispiratori da cui li abbiamo rubati. Attraverso il libro intendiamo condividerli con un pubblico vasto, per poter essere d’ispirazione o d’aiuto ai tanti che ci hanno domandato come abbiamo fatto, a chi vuole cambiare vita e avviare la propria startup per avere un impatto positivo nel mondo”. Si parte, chiaramente, dal modello artigiano, da cui discendono tutti gli altri punti. E si prosegue con l’impatto positivo delle aziende virtuose, con l’importanza di scegliere un maestro e di seguire una formazione ibrida, senza avere paura di mettere insieme teoria e pratica. Ma si parla anche di identità, luoghi “giusti”, rischio d’impresa, lucidità di visione e gioco di squadra. Non a caso, gli ultimi due punti, si concentrano sui due valori che oggi, a nostro avviso, meglio identificano la fisionomia di Forno Brisa (dentro e fuori dal laboratorio): il miscuglio come baluardo di una diversità da tutelare e la potenza della forma d’impresa collettiva.

Pubblicità

Ricette Rubate – Forno Brisa – Vandenberg Edizioni – dal 30 novembre 2020 – 25 euro – https://shop.fornobrisa.it/prodotto/ricette_rubate/