Vi piacerebbe aprire un’attività in una malga sui monti del Nord Italia? Dal 2017 sarà possibile farlo, tramite l’adesione a un bando pubblico dell’Ersaf, l’Ente regionale per i servizi all’agricoltura della Lombardia. Sono 8 infatti le malghe da dare in concessione, tutte in territorio lombardo: una in Valtellina, una in provincia di Bergamo e sei nel bresciano.

Pubblicità

Il progetto di concessione Ersaf

La malga è un insieme di fattori che servono a portare avanti la monticazione, cioè la fase iniziale della transumanza, che permette il trasferimento di animali e pastori dalle zone di pianura ai pascoli di alta quota nel periodo estivo. Più in generale, il termine malga è diventato sinonimo di baita, intesa nel linguaggio comune come la struttura di pietra e legna dove il pastore risiede e produce da maggio a settembre. Di malghe nelle zone alpine e prealpine del nostro paese ce ne sono molte: alcune fra queste sono abbandonate o in disuso.

 

malga alpina

Pubblicità

Per rimettere a nuovo questo patrimonio e permettere alle aziende di ripartire, l’Ersaf lombardo ha deciso di pubblicare un bando per concedere l’uso di 8 malghe, strutture con caratteristiche e ampiezza diverse. Inoltre, con lo scopo di agevolare le richieste dei giovani allevatori, l’Ersaf ha modificato le regole delle concessioni, semplificandole e rendendole più incentivanti: l’obiettivo è stimolare la crescita di allevamenti e colture, per tutelare la biodiversità e l’ecosistema delle zone alpine.

Le malghe in concessione

Le strutture messe in concessione fanno parte del patrimonio che ERSAF gestisce per conto di Regione Lombardia nelle 20 foreste regionali. Nel Comune di Valmasino, Sondrio, sarà disponibile la  Malga Pioda-Cameraccio, mentre in provincia di Bergamo, nella Foresta Azzaredo Casù, Comune di Mezzoldo, ci sarà la Malga Azzaredo. Le malghe in provincia di Brescia invece sono: Malga Campolungo (Foresta Valgrigna, Comune di Bienno), Malga Cigoleto (Foresta Valgrigna), Malga Vesta di Cima (Foresta Gardesana), Pascolo Glisuner (Foresta Valle di Scalve, Comune di Angolo Terme), Pascolo Scandolaro, (Foresta Valgrigna, Comune di Esine) e Pascolo Dos Boscà (Foresta Gardesana, Comune di Valvestino).

 

La data ultima per iscriversi al bando è il 9 settembre 2016.

Pubblicità

 

http://www.ersaf.lombardia.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=17747

 

a cura di Francesca Fiore