È il giornalista-sommelier Fabio Ciarla l’ideatore di un blog sul vino unico nel suo genere: enoagricola offre agli utenti contenuti ascoltabili online con un player dedicato, raccontati dallo speaker radiofonico Marco Pennacchini insieme all’attrice teatrale Sara Andreoli.
Pubblicità

Sì, lo so, con questo blog non salverò il mondo. E no, non c’era bisogno di un altro blog su vino e dintorni…”. Premette subito il giornalista-sommelier Fabio Ciarla, appena sbarcato nella blogosfera con il suo enoagricola (il nome prende spunto da una vecchia attività di famiglia). Allora perché darne notizia? Perché c’è una novità. Di questo blog si sentirà parlare. Anzi in questo blog si sentirà parlare.
È, infatti, il primo audio blog sul vino: per accedere ai contenuti, basta cliccare play e mettersi in ascolto. Come si trattasse di una radio… Chi presta la voce è proprio lo speaker radiofonico Marco Pennacchini, insieme all’attrice teatrale Sara Andreoli. Ovviamente si possono anche leggere i contenuti e vedere le foto. Un blog in 3D per così dire. “Una commistione tra web e radio” dice il suo ideatore“da leggere e ascoltare. Con enoagricola.org voglio sperimentare questa nuova formula di narrazione, che unisce la comunicazione scritta alla voce radiofonica per raccontare, con forma diversa, storie e personaggi particolari che si incontrano frequentando l’enomondo nazionale, e che spesso rimangono nell’ombra”.
Ognuno dei post del blog sarà quindi ascoltabile online, con un player dedicato, ma anche scaricabile con un link diretto in calce ad ogni contenuto, così da essere fruito dove e quando si vuole.Ma perché proprio un audio blog?“Questa è una scelta che mira a intercettare diverse esigenze” continua il neo blogger“sia quelle di chi è sempre in movimento e non ha tempo di leggere su uno schermo, sia quelle di chi ha problemi di vista, ipo e non vedenti quindi. Per questi ultimi in particolare stiamo lavorando per rendere tutto il sito completamente accessibile in futuro”.
Chissà magari l’audio sarà la nuova frontiera del “blogghismo”, intanto non resta che leggere e… ascoltare.

a cura di Loredana Sottile

www.enoagricola.org

Pubblicità