Dalle panoramiche sulla enorme partecipazione al Tre Bicchieri World Tour 2014, alla stipula degli accordi con il Miami Culinary Institute, fino alle degustazioni guidate da Marco Sabellico. Le foto che vi presentiamo hanno immortalato il grande interesse che il prodotto italiano suscita quando si presenta di persona.
Pubblicità

Il sospetto c’era e ora ne abbiamo avuto la certezza: il made in Italy attira folle entusiaste quando si presenta di persona fuori dai confini nazionali. Ma non solo. Prodotti eccellenti che portano con se le storie di piccole realtà familiari vanno a braccetto con i grandi successi industriali che hanno saputo puntare sulla qualità. E poi ancora, il vino spiegato da esperti come Marco Sabellico, curatore della Guida Vini di Gambero Rosso, o gli accordi che Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso holding, ha preso con il Miami Culinary Institute. L’istituzione di borse di studio con cui gli studenti americani più meritevoli potranno sperimentare di persona cosa significhi lavorare direttamente con le materie prime della tipicità nostrana grazie alle scuole delle Città del gusto, hanno dimostrato che l’eccellenza agroalimentare italiana è un patrimonio universalmente riconosciuto e apprezzato. Nella gallery che vi proponiamo sono riassunti i momenti slienti del viaggio che ha portato al rafforzamento di un filo diretto tra Italia e resto del mondo che avrà il compito di rendere ancora più internazionale la cucina, la cultura, le storie e le tradizioni del Belpaese.

Il Tre Bicchieri World Tour non finisce qui. La prossima tappa è prevista il 22 marzo a Düsseldorf, il giorno prima di ProWein.

> Tre Bicchieri World Tour 2014