[caption id="attachment_129189" align="alignnone" width=""]Ricci di mare in Sicilia[/caption]

Un’isola dalla cultura sincretica, con mille sfumature di colori e sapori. È la Sicilia, vero e proprio “continente gastronomico”, protagonista di una due giorni che richiamerà sull’isola chef, sommelier, scrittori e ricercatori. Per celebrarne la straordinaria storia culinaria, ma anche la modernità dei gusti e la spinta all’innovazione.

Pubblicità

Sicilia, continente gastronomico: i protagonisti

Massimo Bottura, Heinz Beck, Davide Scabin, Gennaro Esposito: sono solo alcuni dei nomi che il 20 e 21 novembre prossimi si riuniranno a Villa Igiea a Palermo per Sicilia continente gastronomico. L’evento è organizzato da Le Soste di Ulisse, l’associazione presieduta da Ciccio Sultano che riunisce 35 ristoranti gourmet, fra cui i 13 chef stellati presenti in Sicilia, 22 charming hotel, 2 maestri pasticceri e una ricca e rinomata lista di cantine che rappresentano il meglio della cultura vitivinicola dell’isola. L’obiettivo è quello di celebrare la cucina e i suoi legami con la storia millenaria della Sicilia, ma anche quello di analizzare l’evoluzione del gusto e gli stimoli alla ricerca e all’innovazione. “La ricerca della felicità, che è l’essenza del nostro lavoro, è quasi una caratteristica antropologica dei siciliani”, ha spiegato lo chef Sultano, “noi puntiamo a valorizzarla e a promuoverla ai quattro angoli del mondo”.

Il programma 

La kermesse si apre domenica 20 novembre con un Gran Galà presso Villa Igiea: al centro della serata la cena #SiciliaContinente, con piatti e creazioni degli chef di Le Soste di Ulisse, nel dopo cena “Pizza around night”.

Lunedì 21 alle 11, “Sicilia, continente gastronomico. La profondità della storia, la modernità dei gusti, l’innovazione dei servizi”, un incontro moderato dal saggista e giornalista  Carlo Ottaviano, a cui parteciperanno la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, l’economista e scrittore Antonio Calabrò, Massimo Bottura, Luca Gardini, miglior sommelier del Mondo 2010, Paolo Inglese, professore  ed esperto di biodiversità dell’Università di Palermo, Vincenzo Russo, del centro di ricerca di neuromarketing “Behavior and Brain Lab” dello IULM e Ciccio Sultano, presidente dell’associazione.

Pubblicità

Ma è prevista anche una degustazione delle migliori etichette siciliane e, alle 13, il pranzo dal titolo “Mangiare in dialetto: il cibo di strada interpretato dagli chef Le Soste di Ulisse”.

Oltre agli ospiti dell’evento saranno presenti alcuni fra gli Ambasciatori del gusto di Le Soste di Ulisse Davide Scabin, Heinz Beck, Gennaro Esposito, e lo stesso Bottura (gli altri ambasciatori dell’associazione sono Massimiliano Alajmo, Peppe Giacomazza e Nino Graziano). “La festa delle Soste di Ulisse sarà il luogo in cui potremo esprimere al meglio, coinvolgendo le più autorevoli testate giornalistiche e i migliori chef nazionali ed europei, le prospettive della cultura siciliana che nell’enogastronomia, nell’accoglienza e nell’ospitalità raggiunge livelli di eccellenza, per tradizione”.

 

Sicilia, continente gastronomico | Palermo | 20 e 21 novembre | Grand Hotel Villa Igiea | salita Belmonte, 43 | tel.  091 6312111 | per info e prenotazioni [email protected] o 366 8225563

Pubblicità

 

a cura di Francesca Fiore