Ideato da Marcello Masi e Rocco Tolfa, che incontreranno personalmente i vigneron, il format si propone di viaggiare per l'Italia vinicola in dieci puntate – ogni sabato alle 23.45 – a tu per tu con i protagonisti della storia e del presente dell'eccellenza del vino. Inviato in vigna Marco Simonit, per approfondire gli aspetti tecnici di coltivazione, raccolta e vinificazione. Si parte il 31 gennaio con il Piemonte di Angelo Gaja. Poi Josko Gravner, Arianna Occhipinti e gli altri.
Pubblicità

Stavolta c’è l’impronta del TG2 dietro all’ideazione del programma che da sabato 31 gennaio – alle 23.45 – porterà gli spettatori di Rai2 alla scoperta del mondo enologico italiano. Dopo il tentativo (non troppo felice) di trovare spazio nel palinsesto per una produzione a tema food che (almeno sulla carta) tanto giova agli ascolti – con il talent Il più grande pasticcere – la seconda rete nazionale ci riprova con Signori del vino, un nuovo format tv promosso da Marcello Masi e Rocco Tolfa, rispettivamente direttore e vicedirettore del tg.
Intento lodevole e realizzazione altrettanto valida (almeno da quanto trapela in anteprima) che sembra destinata ad accontentare i nostalgici di una televisione che non c’è più, quando Mario Soldati e Luigi Veronelli facevano scoprire all’Italia il mondo dei vigneron. Dieci puntate per dieci regioni, dieci storie di vita di celebri produttori che hanno fatto (e continuano a fare) l’eccellenza della viticoltura italiana. In un viaggio che unisce idealmente la Penisola, da Nord a Sud, toccando Piemonte, Sicilia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Toscana, Trentino Alto Adige, Lombardia, Veneto e Abruzzo.
Realizzato in collaborazione con il Ministero alle Politiche Agricole, Ambientali e Forestali, il programma sarà tenuto a battesimo da Angelo Gaja, degno rappresentante della tradizione vinicola piemontese e fautore dell’ascesa internazionale delle Langhe, dove è nato nel 1940 (nel piccolo paesino di Barbaresco), ereditando una passione familiare tramandata dal nonno e dal padre.
Inviato nelle vigne sarà Marco Simonit, il viticoltore friulano fondatore dei Preparatori d’Uva, che racconterà di volta in volta attraverso i suoi interlocutori i diversi modi di coltivare la vigna, le tecniche di cantina, l’evoluzione del settore negli ultimi anni, i casi di viticoltura estrema. Sullo sfondo, ma protagoniste a loro volta, le meraviglie paesaggistiche dell’Italia rurale.
Tra gli altri “signori” raggiunti dalle telecamere di Rai2 una donna, Arianna Occhipinti, che dalla sua Sicilia racconterà la sfida dell’imprenditoria al femminile. Ma anche Josko Gravner e la produzione in anfora nelle terre friulane. Gli altri protagonisti sono tutti da scoprire.
Regia di Luca Nannini e Claudia Seghetti, in replica la domenica mattina alle 8.30.

Signori del vino | Da sabato 31 gennaio alle 23.45 | Rai2