Slow Fish al Porto Antico di Genova. La tutela del mare attraverso l'educazione al gusto, tra chef e filiera ittica italiana

8 Mag 2015, 13:12 | a cura di Livia Montagnoli
Ospiti italiani e internazionali – come Moreno Cedroni e Luca Collami – pescatori, produttori, ricercatori, cucine di strada regionali: tutti riuniti a Genova per la salvaguardia del Mar Mediterraneo, senza rinunciare al gusto.
Pubblicità

Slow Fish per la tutela del mare e delle risorse ittiche

È una bella occasione per tornare a parlare di risorse ittiche e salvaguardia dei nostri mari l'appuntamento con Slow Fish 2015, ospitato presso il Porto Antico di Genova dal 14 al 17 maggio. Un manifestazione ormai consolidata che nell'anno di Expo vuole proporre la sua soluzione al tema Nutrire il Pianeta, incentrando il dibattito sulla tutela dell'ecosistema marino, con il contributo dei principali attori che operano nel settore, dai pescatori agli chef, dagli artigiani della filiera ittica a ricercatori e scienziati.
Nulla di troppo serioso, però, nel puro spirito di Slow Food, che cerca di trasmettere il suo messaggio coinvolgendo il pubblico in attività formative e divertenti, tra degustazioni, master of food, laboratori del gusto e quattro speciali appuntamenti a tavola con ospiti italiani e internazionali. Mentre i Laboratori dell'acqua vedranno il confronto dei professionisti, ai visitatori sarà dedicato un calendario ricco di appuntamenti: per i più piccoli Slow Food Education ha pensato a percorsi sensoriali di educazione al gusto, divertenti prove di manualità che li porteranno a cimentarsi con la tradizionale salatura delle acciughe, laboratori di pittura, campagne di sensibilizzazione sulla specie da proteggere e scoprire nel piatto. Le aule all'ultimo piano di Eataly invece ospiteranno la Scuola di cucina per gli adulti: ricette a base di pesce e tanti segreti per imparare a utilizzarlo, dall'affumicatura alla conservazione, alla preparazione di sughi e condimenti.

I laboratori del gusto e il Mercato Slow Fish

In programma anche ventuno laboratori del gusto, alla scoperta dei prodotti del mare più curiosi che raccontano l'habitat del Mar Mediterraneo; protagonisti ai fornelli anche nomi noti della ristorazione, da Moreno Cedroni impegnato a nobilitare le virtù del baccalà alla chef turca Didem Senol che porta con sé la tradizione culinaria del Bosforo. Ma anche le tapas marinare del catalano Artur Martinez e l'esperienza di Luca Collami, che gioca in casa. In abbinamento i vini della Banca del Vino di Pollenzo, con oltre cinquecento etichette italiane proposte in degustazione. Mentre lo spazio per gli acquisti è il Mercato di Slow Fish (volendo guidati da esperti personal shopper) con il pesce fresco giornaliero in arrivo sulle banchine del porto, il reperto conservati, le alghe, i sali, le spezie, l'olio extravergine. Chi vorrà potrà cimentarsi anche con l'asta del pesce o partecipare agli incontri di casa Liguria.
Food truck e street food saranno protagonisti dell'area Cucine di Strada, con le specialità regionali dedicate al mare, dal cacciucco alla livornese ai molluschi del golfo di Olbia, dagli arancini ripieni di pesce al fritto misto, alla pizzata con acciughe di Camogli. Esperienze gourmet e alta cucina saranno invece il filo conduttore degli Appuntamenti a tavola con Moreno Cedroni, Luciano Zazzeri, Luca Collami e i Barceloneta Cuina.

Slow Fish 2015 | Porto Antico di Genova, Genova | dal 14 al 17 maggio, dalle 11 alle 23 (domenica fino alle 19) | Ingresso gratuito | http://slowfish.slowfood.it/it/

Pubblicità
cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X