Suicidio dell'extravergine, il Chianti Classico non ci sta e risponde al New York Times

29 Gen 2014, 18:20 | a cura di Saverio De Luca
Continuiamo a seguire la vicenda che in questi giorni ha visto l'olio di oliva italiano salire sul banco degli imputati: dopo la pubblicazione del fumetto del New York Times che punta il dito contro la produzione del Belpaese, adesso arriva il cartoon realizzato dal Consorzio toscano a difesa del nostro oro verde
Pubblicità

Un cartoon per rispondere ad un fumetto, in quello che si potrebbe definire un dialogo… animato. Dopo la pubblicazione delle vignette che raccontano di un olio Made in Italy contraffatto pubblicate nel sito del New York Times qualche giorno fa col titolo “Suicidio dell'extravergine”, ecco che il Consorzio Olio Dop Chianti Classico risponde alle accuse e rilancia con 5 minuti e 22 secondi di cortometraggio, dal titolo “DOP Secrets - Dal disciplinare al polifenolo” (versione sia italiana sia inglese).
Così - e con tanto di lettera all'editore del quotidiano americano - il Consorzio toscano prende le distanze da una realtà che effettivamente esiste, ma che non tocca tutti quegli olivicoltori italiani e toscani che lavorano nel segno della qualità e del rispetto del consumatore. La richiesta avanzata al New York Times è pubblicare, per dovere di completezza dell’informazione, un cartoon che, con la stessa iconografia semplice e diretta utilizzata dal vignettista americano, spieghi al consumatore del mondo, come e perché è possibile scegliere un olio di origine e qualità certificate e garantite. “Purtroppo l’operato scorretto di pochi provoca danni incommensurabili a tanti produttori onesti che con grande professionalità producono oli di indiscussa qualità”, afferma Carlo Salvadori, presidente del Consorzio “Ci auguriamo che il New York Times ascolti la nostra richiesta e pubblichi la nostra lettera: è importante che il consumatore americano possa avere un’idea chiara di quell’Italia, che ogni giorno lavora e si adopera con sacrificio e con passione per portare sulle tavole del mondo, prodotti enogastronomici di altissima qualità, che sono il fiore all’occhiello della nostra economia”. Adesso occhi puntati oltreoceano. Come risponderà il quotidiano? Ma soprattutto, come risponderà il mercato? La vicenda continua ...

a cura di Loredana Sottile

guarda il video | www.oliodopchianticlassico.com

Pubblicità
cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X