Torna anche quest’anno a Milano, dal 3 al 7 giugno, uno degli eventi enogastronomici più attesi: il Taste of Milano. Tante le novità rispetto alle precedenti edizioni.

Pubblicità

Il concept dell’evento resta invariato: piccole porzioni, alta cucina, prezzi popolari. Ma non finisce qui perché quest’anno, l’anno dell’Expo, ci sono delle novità.

Le novità

Aumentano giorni, piatti e ristoranti: 5, 4, 50, questi sono i numeri vincenti del Taste 2015 per un totale di 200 portate. Uno il piatto dedicato ad Expo 2015, preparato da ogni chef rispettando il tema della sostenibilità. Si parla ancora di numeri, ma questa volta che diminuiscono, omeglio, spariscono. In occasione di Expo 2015 l’ingresso sarà gratuito previa registrazione.
Degustazioni, incontri e showcooking rimangono punti fermi, elaborati attraverso la tematica dell’Expo “nutrire il pianeta”. L’alta cucina, oltre ad essere low-cost, in questi giorni diventa sostenibile e sono gli stessi chef a sensibilizzare a un consumo più intelligente del cibo in rispetto del pianeta.

I protagonisti

Cinque gli chef internazionali invitati e quarantacinque quelli in rappresentanza dell’alta ristorazione italiana, non più solo milanese. Insieme a Boer, Cracco, Pollini, Provenzani, Torretta, Prian e gli altri del capoluogo lombardo, venti chef appartenenti ai Jeunes Restaurateurs D’Europe provenienti da tutta Italia si alterneranno ai fornelli del Superstudio Più. Dieci i primi due giorni e dieci gli ultimi due, a comporre un programma eterogeneo che permette al pubblico di sperimentare stili e forme diversi di cucina.

Pubblicità

Il focus su Lione

Protagonista assoluto della cucina straniera è lo stellato Jérémy Galvan che ha il compito di presentare la serata del 4 giugno Lione Speciale nel temporary restaurant allestito dalla delegazione francese della città, una delle capitali mondiali dell’alta gastronomia, in occasione dei 50 anni di 3 stelle Michelin di Paul Bocuse. Due portate salate e un dolce a base di zucchero bollito e mandorle in tre consistenze, La Praline, saranno i piatti preparati da Galvan. Anche lui poi dedicherà un piatto a Expo L’asperge milanaise, che mette insieme asparago crudo e cotto, parmigiano, fragole e menta. Serata speciale quella di Lione, che prevede anche una sfida culinaria tra i due paesi che da sempre si contendono il primo posto sul podio della cucina mondiale: Francia e Italia. A rappresentare il nostro paese? Eugenio Boer del ristorante Essenza.

Le altre attività

Torna anche per questa sesta edizione Electrolux, leader mondiale nel campo delle apparecchiature sia domestiche che professionali, che porta all’interno dell’evento diverse attività e laboratori. Cucina con gli chef, corsi di apparecchiatura, ospitalità, un laboratorio dedicato al caffè e uno per i più piccini nell’Area Kids.
Mai come quest’anno, Milano invita il pubblico ad entrare nel mondo dell’alta cucina; fra spettacoli e workshop su più tematiche, l’enogastronomia diventa alla portata di tutti attraverso un percorso ludico ed educativo sull’alimentazione sostenibile.

Chef partecipanti
Marco Ambrosino, 28 posti
Eugenio Roncoroni e Beniamino Nespor, Al Mercato
Matteo Torretta, Asola
Emanuele Pollini e Carlo Cracco, Carlo e Camilla in Segheria
Elio Sironi, Ceresio 7
Fulvio Siccardi, Da noi in
Alice Delcourt, Erba Brusca
Eugenio Boer, Essenza
Roberto Okabe, Finger’s Garden
Andrea Alfieri, Il chiostro di Andrea
Andrea Provenzani, Il Liberty
Francesco Germani, La Maniera di Carlo
Matteo Fronduti, Il Manna
Michele Mauri, La Piazzetta
Sergio Mei, Sergio Mei
Tano Simonato, Tano passami l’olio
Yoji Tokuyoshi, Tokuyoshi
Roberto Conti, Trussardi alla Scala
Nicola Cavallaro, Un posto a Milano
Felice Lo Basso, Unico
Andrea Aprea, Vun
Wicky Prian, Wicky’s
Jérémy Galvan
Paul Bocuse

Jeunes Restaurateurs d’Europe
Alberto Faccani, Magnolia
Davide Botta, L’artigliere
Valerio Centofanti, L’angolo d’Abruzzo
Vinod Sookar, Al fornello da Ricci,
Andrea Tonola, La lanterna verde
Marcello Leoni, Leoni
Giulio Coppola, La Galleria
Paolo Trippini, Trippini
Christian Milone, Trattoria Zappatori
Piergiorgio Siviero, Lazzaro 1915
Paolo Donei, Malga Panna
Ilario Vinciguerra, Vinciguerra Restaurant
Giuseppe Iannotti, Kresios
Filippo Saporito, La leggenda dei frati
Cristiano Tomei, L’Imbuto
Luigi Pomata, Luigi Pomata
Emanuela Tommolini, Osteria Esprì
Deborah Corsi, La Perla del Mare
Enrico Bartolini, Devero
Tommaso Arrigoni e Eros Picco, Innocenti Evasioni

Pubblicità

Taste of Milano 2015 | Superstudio Più, Via Tortona 27 (Mi) | dal 3 al 7 giugno 2015 | ore 12,00-17,00 – 19,00-24,00 | tel. (+39) 02.36539650 | www.tasteofmilano.it