Alle selezioni si sono presentati più di tremila bambini e bambine di un'età compresa tra gli otto e i tredici anni. Sono stati cresciuti in questi ultimi anni dal boom gastronomico e si sfideranno su Sky Uno HD a partire dalle 21.30 del 13 marzo.
Pubblicità

Quella che andrà in onda su Sky Uno HD, alle 21.30 del 13 marzo, sarà una versione diversa del noto talent gastronomico MasterChef perché si tratta della versione adattata ai giovani. I quaranta concorrenti, selezionati tra più di tremila, hanno infatti un’età compresa tra gli otto e i tredici anni. Ma quel che rende interessante questa versione Junior di MasterChef Italia è la considerazione che tutti i concorrenti sono nati e cresciuti negli anni del boom gastronomico. Hanno quindi un approccio molto familiare con la cucina e soprattutto con la spettacolarizzazione televisiva della gastronomia. In questi ultimi anni le statistiche hanno mostrato un interesse sempre crescente da parte del pubblico giovanile in merito alle professioni che riguardano il mondo del cibo e alle aspettative per una carriera professionale in una cucina d’alto livello. Di sicuro lavorare con il cibo, maneggiare le materie, giocare con colori e consistenze è una materia che non manca di appeal soprattutto tra i più giovani. E il fatto di poter dar forma alle idee più fantasiose, in un’età in cui l’immaginario non è ancora viziato da i canoni imposti dalla vita sociale, è un incentivo in più alla partecipazione dello show televisivo.
L’età dei partecipanti ha comunque il suo peso. La severità che ha da sempre contraddistinto il programma è stata infatti alleggerita. Le eliminazioni continueranno ad essere il metodo di scrematura ma non saranno più individuali, bensì in coppia. Inoltre i genitori dei partecipanti saranno presenti in studio nelle prime delle dieci puntate in programma. Restano invece invariate le prove cui i piccoli concorrenti dovranno cimentarsi come la Mistery Box, l’Invention Test, il temuto Pressure e anche le prove in esterna. Cambiano invece due dei tre giurati. Bruno Barbieri sarà affiancato da Lidia Bastianich, la mamma di Joe, e da Alessandro Borghese.
Tra i ragazzi finalmente cresce un nuovo mito, che è quello di diventare un grande cuoco”, ha detto Bruno Barbieri, che ha anche ammesso che lavorare con questi due nuovi colleghi è stato più semplice rispetto alla convivenza con Carlo Cracco e Joe Bastianich. “Ma non è stato facile trovarsi invece a eliminare dei ragazzi così piccoli, che rispetto agli adulti hanno dimostrato di essere più genuini, senza malizia e senza voglia di fare tv, ma solo di giocare”.
Ed è proprio l’aspetto ludico a caratterizzare Junior Masterchef Italia anche nel premio. Accanto ad una borsa di studio del valore di 15 mila euro e il titolo di Junior Masterchef, il vincitore, o la vincitrice, si aggiudicherà anche un viaggio per tutta la famiglia a Disneyland Paris.
Due le curiosità: la prima riguarda la nazionalità dei concorrenti che non sono solo italiani. Molti hanno, infatti, origine straniera e provengono da Costa d’Avorio, Cuba, Brasile, Colombia, Iran, ma
anche Spagna, Germania e Austria. In secondo luogo un tema caldo: lo spreco alimentare. Nel corso delle registrazioni, sono stati salvati 350 kg di prodotti alimentari, che sono stati destinati all’Opera Cardinal Ferrari di Milano, grazie alla collaborazione con Last Minute Market, società spin-off dell’Università di Bologna impegnata a ridurre gli sprechi.

www.juniormasterchef.sky.it