Lo chef Nicola Cavallaro, alla guida della cucina sostenibile di Un Posto a Milano, ospita tre volti noti della ristorazione italiana per stupire i commensali con menu inediti, all'insegna della contaminazione di territori, idee, personalità. Si comincia giovedì 19 marzo con chef Rubio, poi toccherà a Tano Simonato e Cristiano Tomei.
Pubblicità

Cosa succede… Un giovedì a Milano? Per scoprirlo l’appuntamento è in via Cuccagna 2 alle 20.30, a partire da giovedì 19 marzo. Per tre appuntamenti consecutivi, a cadenza settimanale, ovviamente ogni giovedì.
L’indirizzo dirà qualcosa ai gourmet più attenti del capoluogo lombardo, che negli ultimi anni hanno avuto modo di scoprire un modo diverso di vivere la città, lontano dal traffico e dal grigiore urbano, nell’oasi verde di Cascina Cuccagna. Dove dal 2012 si è avviato il progetto di Un Posto a Milano. Città e campagna si incontrano negli spazi di una tipica cascina milanese, che ospita la foresteria con 16 posti letto, un bar-gastronomia e la cucina di Nicola Cavallaro che sposa la filosofia green con scelte alimentari sostenibili e materie prime reperite sul territorio da produttori dell’eccellenza locale.
Il nuovo ciclo di appuntamenti serali coinvolgerà lo chef resident nella preparazione di tre cene a quattro mani, ogni sera con un ospite diverso e un menu inedito. Tre le personalità forti della cucina italiana che andranno ad affiancare Nicola Cavallaro: chef Rubio, Tano Simonato e Cristiano Tomei. Protagonista della prima serata, il 19 marzo, sarà il verace cuoco romano che porterà con sé i piatti della tradizione romanesca, dai tortelli di coda alla vaccinara alla trippa con purea di fagioli; in tavola anche polpette di bollito e mondeghili e per finire una pinza dolce, per celebrare l’incontro tra Nord e Centro Italia. Il 26 marzo nella cucina della Cascina Cuccagna arriverà Tano Simonato, dal ristorante milanese Tano passami l’olio. La proposta alternerà i piatti celebri dei due chef: tiramisù di seppia, tortelli ripieni di pecorino con fave fresche e pomodori appassiti, petto d’anatra croccante in crema di senape al miele e tartufo nero, mandorle e cioccolato 2015. Giovedì 2 aprile chiude la rassegna Cristiano Tomei, direttamente dall’Imbuto di Lucca, con i piatti schietti della tradizione toscana reinterpretata col piglio del celebre chef.
Ma formula che vince non si cambia: gli ingredienti a disposizione degli chef ospiti saranno ancora una volta gli ortaggi biologici del territorio, salumi e formaggi di piccole aziende agricole, pasta fresca e pane artigianale. Che aspettate a prenotare?

Un giovedì a Milano | Un Posto a Milano, Cascina Cuccagna, via Cuccagna 2, Milano | dal 19 marzo (per tre giovedì consecutivi) | costo a persona 40 euro (bevande escluse) | per info e prenotazioni [email protected] | www.unpostoamilano.it