Gira per i locali che stanno aprendo, selezionando le migliori risposte alle esigenze di un pubblico variegato. È una Top Ten che accontenta tutti, dall'etnico al fast, passando per proposte più innovative o di puro svago. La nuova Milano secondo Valerio M. Visintin
Pubblicità

È stata inaugurata lo scorso novembre ed è caratterizzata da un approccio decisamente pratico alla ricerca del posto più indicato a soddisfare l’appetito del momento. Si chiama Novità al Top ed è la classifica che Valerio M. Visintin – noto critico gastronomico mascherato del Corriere della Sera a Milano – pubblica dopo aver visitato le nuove aperture del capoluogo meneghino. Piccole schede asciutte e di facile consultazione, corredate da una foto e da una mappa, descrivono il locale nei suoi tratti più essenziali. Lo stretto indispensabile per chi si trova già per strada alla ricerca del posto giusto. Non mancano lievi giudizi sull’andamento che, trattandosi di nuove aperture, suonano più come consigli propositivi che come critiche. L’ultima classifica ha la data del 6 gennaio e, tra le segnalazioni, indica alcuni luoghi di cui anche noi abbiamo parlato. Uno su tutti è Al Fresco. La nuova avventura del già rodato duo Negrini – Pisani (cuochi di Aimo e Nadia) e dello chef Kokichi Takahashi, occupa il centro della Top Ten, posizionandosi al quinto posto. Sul gradino più alto del podio troviamo, invece, Re di Coppe e Piatti, seguito da un’altra new entry meneghina che già aveva suscitato il nostro interesse come Mics. La terza posizione è invece di Mezzaluna, il – recita la scheda – locale per famiglie con menu enciclopedico.

www.vivimilano.corriere.it