Vito Intini è il nuovo presidente dell’Onav. “Pronti 60 progetti. Non lasceremo Asti”

3 Dic 2014, 16:55 | a cura di Livia Montagnoli
Il dirigente del settore della moda ha intenzione di incrementare le attività dell’Onav, proponendo l’obiettivo di sessanta progetti in quattro anni. E ribadisce che almeno fino a tutto il 2015 la sede dell’associazione resterà in Piemonte, ad Asti, nei locali storici della Camera di commercio.
Pubblicità

Come primo presidente non piemontese dell'Onav, Vito Intini (54 anni, milanese, dirigente che si occupa di moda e arredamento, nell'associazione assaggiatori dal 1998), mette subito le cose in chiaro sui suoi impegni e sul futuro della nuova sede: “In quattro anni faremo 60 progetti, dai corsi all'estero ai wine tour per gli stranieri, al rilancio del premio Duja d'Or. E se non manterrò la parola non sarò io a farmi mandare via".
La sua elezione arriva dopo l'uscita, due mesi fa, del presidente Giorgio Calabrese, per alcune divergenze tra il noto nutrizionista e la stessa associazione, relative anche alla futura sede. Argomento su cui Intini fa subito chiarezza, smentendo le voci di un trasferimento del quartier generale a Milano: "Il Piemonte manterrà un ruolo importante e la sede rimarrà Asti", nei locali storici della Camera di commercio almeno fino a tutto il 2015.
Il neo presidente, eletto con 6.050 preferenze, sarà affiancato nel Cda dal pro-presidente Lorenzo Marinelloe da due vice (Pia Donata Berlucchie Giovanni Giardina). Tra i compiti del mandato anche "ricollegare i delegati al consiglio nazionale, con una visione più partecipativa alle attività dell'associazione (ndr. 12mila i soci)e l'organizzazione di riunioni itineranti".

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X