[caption id="attachment_128542" align="alignnone" width=""]pasta italiana[/caption]

I pastai di tutto il mondo si riuniranno a Mosca il 25 ottobre, per celebrare uno degli alimenti più amati al mondo: la pasta. L’edizione 2016 sarà infatti celebrata nella capitale russa, con un incontro-scontro ai fornelli tra gli chef Vladimir Mukhin e Davide Scabin.

Pubblicità

Il World pasta day 18 anni dopo

 
Gli italiani e la pasta, un binomio quasi automatico nell’immaginario gastronomico mondiale. Ed è proprio così, perché il Bel Paese resta il maggior consumatore di pasta pro capite con 24 chili all’anno. Ma la Russia negli ultimi tempi ha scalato le classifiche, in maniera lenta ma costante, arrivando a toccare gli 8 chili pro capite nell’ultimo anno. E in Russia, secondo dati Aidepi, l’Associazione dei pastai, la pasta italiana è stata la più importata nel 2015 con 29mila tonnellate e un controvalore di 28,6 milioni di euro.

Per celebrare il World pasta day, che quest’anno diventa maggiorenne e compie 18 anni, è stata scelta proprio la capitale della Russia, un mercato ormai strategico per le aziende italiane. Qui  il 25 ottobre si riuniranno oltre 200 fra pastai, commercianti, aziende grandi e piccole, rappresentanti della filiera, opinion leader e giornalisti, con l’obiettivo di celebrare gusto e pregi nutrizionali di un alimento definito “crossover” dal presidente dei pastai italiani e mondiali (Ipo) Riccardo Felicetti: “Si abbina a tutte le cucine e vede crescere la geografia sia dei Paesi consumatori che produttori. Anche se quella made in Italy fa scuola: nel mondo un piatto su 4 di pasta è di produzione italiana”.

Duello Scabin- Mukhin, le pennette alla vodka di Valentini

E per onorare l’edizione 2016 del World Pasta Day a Mosca si terrà una “sfida” ai fornelli che sancisce l’asse economico tra i due Paesi, coinvolgendo due tra i maggiori rappresentanti dell’alta cucina italiana e moscovita. Il singolare duello sarà animato da Davide Scabin, chef del Combal.Zero di Rivoli, e Vladimir Mukhin, giovane e talentuoso chef del White Rabbit di Mosca –  che si erge sulla piazza Smolenskaya della capitale offrendo ai commensali una vista mozzafiato – con l’obiettivo di mettere in risalto le potenzialità e le molteplici interpretazioni della pasta nella cucina russa. Inoltre, Valentino Bontempi, chef italiano a Mosca, preparerà una versione rivisitata delle pennette alla vodka, una delle ricette italiane più richieste all’estero, spesso vittima di un “eccesso di creatività” nelle cucine dei ristoranti esteri. Proprio questo piatto, simbolo dell’unione fra ingredienti italiani e russi, è stato scelto come piatto simbolo di questa edizione, con l’idea di svecchiarne quell’immagine un po’ fané che l’ha reso stereotipo di una cucina ormai sorpassata.
 
pennette al sugo

Il tavolo degli esperti

A precedere il cooking show una serie di incontri a cui parteciperanno pastai, esponenti del mondo imprenditoriale, chef ed esperti di nutrizione, come “Pasta is good for your health”,  “Pasta is a global food” o “Pasta is good for the environment”. Fra i relatori italiani Paolo Barilla, che tra le altre cose è presidente di Aidepi (l’Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane), Riccardo Felicetti (Ipo), Pier Paolo Celeste, direttore ITA Moscow e Riccardo Valentini, professore dell’Università della Tuscia.
 

La pasta a bordo di Costa Crociere

Anche Costa Crociere celebrerà la Giornata mondiale della pasta a bordo della sua flotta, in collaborazione con Barilla. Il 25 ottobre sulle navi saranno servite due ricette del Pasta world championship, ideate dagli chef Melissa Kelly e Daniel Evangelista. Rigatoni alla salsiccia, ricotta e sugo di pomodoro dolce è la ricetta che la chef Kelly preparerà per gli ospiti, mentre Evagelista proporrà un piatto che unisce Oriente e Occidente, vermicelli in sughetto di cozze e ortiche al profumo di arancio. Inoltre, chi vorrà potrà partecipare al cooking show della chef Kelly, per scoprire i trucchi e i segreti della ricetta ideata, mentre chi vorrà provare un’attività più creativa potrà partecipare a Gioielli di pasta, lo spazio dedicato all’ideazione di nuove ricette secondo i gusti dei clienti.

 

a cura di Francesca Fiore

Pubblicità