Carciofi al forno

In sintesi

Difficoltà: Facile
Totale: 90 minPreparazione: 30 minCottura: 60 min
Portata: Contorni
Ricetta di: Verdura e Contorni

Il consiglio

Le verdure. Zucchine a febbraio, fragole a Natale, peperoni a Pasqua, cavolfiori in luglio. Anche chi mastica poco di botanica, intuisce l?anacronismo di questi accostamenti. Eppure ormai da molti anni, sui banchi del fruttivendolo, si trova sempre di tutto e allora perché mangiare arance e cavolfiori soltanto d?inverno e melanzane e pesche soltanto d?estate? Prima di tutto perché frutta e verdura di stagione sono di gran lunga più saporite di quelle coltivate in serra e dei prodotti che arrivano dall?altro emisfero. Secondo perché sono meno trattate con i prodotti chimici, siano essi fertilizzanti o pesticidi. E poi, ultimo ma non meno impostante, costano molto meno. Senza considerare che la natura mette a nostra disposizione i prodotti giusti nel momento in cui servono. Per esempio, durante l?inverno gli agrumi, ricchi di vitamina C, contribuiscono a difendere il nostro organismo dagli attacchi dei virus e la grande famiglia delle crocifere [verze, broccoli, cavolfiori,. cime di rapa], ricca di calcio, sopperisce, almeno in parte, alla scarsa esposizione ai raggi solari, in estate, l?alto contenuto di potassio dei pomodori reintegra quello disperso con il sudore e la vitamina A, presente in gran quantità nelle albicocche, nei meloni e nei fagiolini, aiuta la pelle a proteggersi dall?esposizione ai raggi solari.

Preparazione

Togliete ai carciofi le foglie esterne più dure e tutto il gambo e spuntateli con un taglio netto. Con un coltellino ben affilato ripulite il fondo dalla scorza dura e, via via che sono pronti, mettete i carciofi in acqua acidulata con succo di limone.

Tritate finissimi gli spicchi d’aglio con il prezzemolo. Mettete il pangrattato in un piatto e mescolatelo con il pecorino, il trito di aglio e prezzemolo, i filetti di acciuga tagliati a pezzettini, sale e pepe.

Scolate i carciofi e scuoteteli bene quindi batteteli sul tavolo dalla parte delle foglie in modo da aprirli e riempiteli con un paio di cucchiaini del composto preparato. Sistemateli in una pirofila che li contenga giustamente e spruzzateli con l’olio.

Fate scivolare sul fondo della pirofila mezzo bicchiere di vino e altrettanta acqua e mettete i carciofi nel forno precedentemente scaldato a 200°, lasciandoli cuocere per poco meno di un’ora, fino a quando saranno teneri. Serviteli tiepidi.

Il consiglio

Le verdure. Zucchine a febbraio, fragole a Natale, peperoni a Pasqua, cavolfiori in luglio. Anche chi mastica poco di botanica, intuisce l?anacronismo di questi accostamenti. Eppure ormai da molti anni, sui banchi del fruttivendolo, si trova sempre di tutto e allora perché mangiare arance e cavolfiori soltanto d?inverno e melanzane e pesche soltanto d?estate? Prima di tutto perché frutta e verdura di stagione sono di gran lunga più saporite di quelle coltivate in serra e dei prodotti che arrivano dall?altro emisfero. Secondo perché sono meno trattate con i prodotti chimici, siano essi fertilizzanti o pesticidi. E poi, ultimo ma non meno impostante, costano molto meno. Senza considerare che la natura mette a nostra disposizione i prodotti giusti nel momento in cui servono. Per esempio, durante l?inverno gli agrumi, ricchi di vitamina C, contribuiscono a difendere il nostro organismo dagli attacchi dei virus e la grande famiglia delle crocifere [verze, broccoli, cavolfiori,. cime di rapa], ricca di calcio, sopperisce, almeno in parte, alla scarsa esposizione ai raggi solari, in estate, l?alto contenuto di potassio dei pomodori reintegra quello disperso con il sudore e la vitamina A, presente in gran quantità nelle albicocche, nei meloni e nei fagiolini, aiuta la pelle a proteggersi dall?esposizione ai raggi solari.
  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X