Fagottini di verza

In sintesi

Preparazione

Mondate la verza scartando le due foglie esterne staccate delicatamente le altre incidendole all’attaccatura del gambo (riservate il cuore della verza per preparare una minestra o un risotto).

Scegliete otto delle più grandi, lavatele ripetutamente e scottatele per due o tre minuti in abbondante acqua salata in ebollizione.

Tiratele su con una schiumarola e tuffatele in acqua fredda, quindi scolatele e allargatele su un canovaccio.

Dividete in due le più grandi e, con il batticarne, schiacciate leggermente la costola centrale delle altre. Dovrete ottenere 12 involucri.

Spezzettate le fette di pancarré e bagnatele con il latte. Preparate un trito finissimo di aglio e prezzemolo.

Passate per due volte la carne dal macinacarne insieme al pane strizzato e raccoglietela in una ciotola con l’uovo intero, il formaggio, una grattatina di noce moscata, il trito di aglio e prezzemolo, sale e pepe.

Lavorate bene il composto con le mani quindi formate 12 “salsiccette ” e adagiatele sulle foglie di verza.

Arrotolate ogni foglia intorno al ripieno, chiudendo sui quattro lati e fermate i fagottini con un giro di spago a croce. Scaldate l’olio in un tegame e fatevi appassire dolcemente la cipolla tritata.

Infarinate leggermente i fagottini, metteteli nel tegame e, girandoli con delicatezza, fateli colorire da tutte le parti. Sfumate con il vino e, dopo un minuto, bagnate con il brodo caldo.

Incoperchiate e fate cuocere a fuoco moderato per circa mezz’ora. A fine cottura, se necessario, fate restringere il fondo di cottura.

Potete accompagnare la preparazione con riso pilaf, con puré di patate o con una polenta morbida.

  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X