Frittedda siciliana

7 Gen 2008, 11:57 | a cura di Gambero Rosso

Mondate i carciofi scartando le foglie esterne, la punta e la scorza dura del fondo. Divideteli in due, togliete l'eventuale fieno interno quindi tagliateli a spicchietti sottili, lasciandoli cadere in acqua acidulata con il succo di limone.

Sgranate i piselli e le fave. Scaldate l'olio in un tegame e fate appassire dolcemente i cipollotti, mondati dalla parte verde e affettati sottili.

Quando sono trasparenti, unite i carciofi ben sgocciolati, i piselli e le fave rialzate la fiamma e, mescolando, lasciate insaporire le verdure per un paio di minuti.

Salate, pepate, unite un goccio d'acqua, abbassate la fiamma e proseguite la cottura per circa venti minuti.

A questo punto bagnate la preparazione con l'aceto, nel quale avrete sciolto lo zucchero, e unite 5 o 6 foglioline di menta sminuzzate.

Ancora dieci minuti scarsi di cottura e la frittedda è pronta. Servitela fredda, a temperatura ambiente.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X